EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Agra | 28 Giugno 2021

Agra, “Auto e moto a velocità folle sulla provinciale”. I residenti chiedono più sicurezza

Lettera degli abitanti a Villa Recalcati per avere maggiori controlli e un marciapiede per i pedoni. Baglioni: "Con un solo vigile non possiamo farcela da soli"

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Auto e moto sfrecciano a velocità folle e negli ultimi tempi la situazione è anche peggiorata”. E’ un residente di Agra a descrivere ciò che avviene lungo il tratto di strada provinciale 6 che collega il piccolo borgo, situato nel cuore delle valli luinesi, alla località Due Cossani, frazione di Dumenza.

“Ho rischiato per due volte di finire investito mentre ero in giro con il mio cane”, sottolinea l’autore della segnalazione. A condividere il rischio sono anche le donne del paese – tra loro ci sono le mamme abituate ad uscire con i passeggini – che rilanciano la necessità di realizzare un marciapiede. Ad oggi la strada è dotata di linee di camminamento, ritenute insufficienti in termini di sicurezza dall’utenza, considerando che ci si riferisce alla principale via di collegamento al paese, che specialmente in questo periodo dell’anno è meta di escursionisti e visitatori che giungono in valle da ogni dove per prendere la via dei sentieri e trascorrere qualche ora a contatto con la natura, lontani dalla canicola e dal trambusto dei centri cittadini.

Le stesse criticità sono state presentate alla Provincia di Varese con una lettera firmata dagli abitanti. Ma pare che da Villa Recalcati abbiano già risposto picche.

“Per risolvere la problematica descritta dai residenti servirebbero i dossi artificiali – spiega il sindaco di Agra, Luca Baglioni – ma questa soluzione non è attuabile per legge lungo una strada di competenza provinciale”. Dall’ente responsabile, inoltre, stando a quello che comunicano i residenti, avrebbero risposto di rivolgersi alla polizia locale, al fine di ottenere più controlli su strada. “E’ improbabile – commenta il primo cittadino – che in un paese con un solo vigile, che peraltro presta servizio in tutti e quattro i Comuni dell’Unione, si riesca ad intensificare i controlli”.

In municipio è tutto noto da tempo, anche perché “già lo scorso anno – aggiunge ancora Baglioni – abbiamo contattato gli uffici provinciali per affrontare alcune questioni relative alla strada, tra cui appunto quella della velocità. Ma rispetto ad un ostacolo imposto dalle normative in vigore, non ci sono margini di manovra. C’è però un’alternativa, ed è quella della polizia provinciale che ha il suo organico e le sue risorse. Fino a qui non è stata presa in considerazione”.

Ci sono poi altri aspetti inerenti la gestione della strada provinciale 6 che meriterebbero un focus a parte. Uno di questi riguarda il taglio del verde e la rimozione delle foglie. “Sono gli operatori del Comune ad occuparsi della manutenzione ordinaria – specifica in conclusione Baglioni – anche se non spetta a loro farlo”.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127