EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Varesotto | 12 Giugno 2021

Covid, migliora la situazione nelle scuole del Varesotto. Prosegue la sperimentazione dei test salivari

Numeri in calo sia per i contagi sia per le quarantene. La soddisfazione di ATS Insubria, docenti e istituti per la fattibilità della nuova tipologia di test

Tempo medio di lettura: < 1 minuto

Con la conclusione dell’anno scolastico va verso il termine anche lo screening Covid-19 di studenti e personale degli istituti del territorio portato avanti da ATS Insubria a partire dalla ripresa delle lezioni in presenza avvenuta dopo Pasqua.

Dall’ultimo monitoraggio effettuato dall’Agenzia di Tutela della Salute, anche in questo ambito, i numeri sono nettamente in calo sia fra i nuovi casi sia fra le quarantene sia nel Varesotto che nel Comasco. In provincia di Varese la cifra più alta riguarda le scuole secondarie di secondo grado, ma si tratta comunque di numeri molto bassi, con 18 contagi registrati tra tutti i plessi scolastici.

È stata portata a termine, inoltre, la seconda tranche della sperimentazione sui test salivari che hanno coinvolto gli alunni delle scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di entrambe le province. Una terza fase verrà effettuata il 18 giugno prossimo negli asili, gli unici ancora aperti.

Anche in questo caso, come la prima volta, l’esito dei test è stato totalmente negativo e l’adesione degli studenti è stata, nel complesso, sopra il 60%.

Sono stati utilizzati – come ha spiegato la dottoressa Elena Tettamanzi, responsabile di Epidemiologia e Medicina Ambientale di ATS Insubria – entrambi i metodi già sperimentati nella prima fase, il “lollisponge” e la cannuccia, mentre le analisi sono state effettuate nel laboratorio dell’ASST Sette Laghi, l’unico sul territorio che possiede la strumentazione adeguata per questo tipo di test.

La fattibilità di questa nuova modalità di test – che può andare a sostituire per affidabilità i tamponi molecolari rendendo più semplice e meno fastidioso, soprattutto per i più piccoli – è stata giudicata molto buona. Tanti gli insegnanti entusiasti e propensi anche alla somministrazione in autonomia quando, il prossimo settembre, si tornerà fra i banchi.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127