EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Porto Valtravaglia | 9 Maggio 2021

Dopo la profanazione, benedetto ieri il nuovo tabernacolo nella chiesa di Muceno

Il sindaco Colombaroli ha ringraziato i carabinieri che hanno identificato l’autore del furto della porta e di una pisside avvenuto lo scorso settembre

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Nel pomeriggio di ieri, sabato 8 maggio, nella chiesa di San Giorgio di Muceno a Porto Valtravaglia, nel rispetto delle normative anti Covid, è stata celebrata da don Marco Mindrone, parroco di Germignaga e Brezzo di Bedero, una santa messa per la ricorrenza di San Vittore Patrono.

Nell’occasione il sacerdote ha benedetto il nuovo tabernacolo, restituito ai fedeli dopo la grave profanazione avvenuta lo scorso 23 settembre e che tanto ha colpito l’intera comunità locale.

Quella sera, i carabinieri della Stazione di Castelveccana sono intervenuti su richiesta del sacerdote per constatare il furto della porta del tabernacolo avvenuta nel corso dello stesso pomeriggio quando, in assenza di fedeli, una persona era entrata all’interno della chiesetta quattrocentesca rubando non solo la porticina che custodisce il corpo di Cristo, ma anche una pisside con all’interno 20 ostie. Per profanare il tabernacolo, l’ignoto aveva usato a mo’ di leva lo stesso crocifisso che si trovava sull’altare.

Per questo grave gesto sono intervenuti poi i militari del Nucleo Operativo della Compagnia di Luino che hanno fatto i rilievi dattiloscopici trovando un’impronta digitale poi inviata al R.I.S. Carabinieri di Parma, i quali hanno restituito l’identità dell’autore del gesto. Una volta identificato, ci è voluto poco ai militari dell’Arma per andare a perquisire l’abitazione di un 25enne. Questi era arrivato a compiere un simile gesto pensando di trovarsi di fronte a degli oggetti in oro quando, invece, il materiale di cui è fatta la pisside e il rivestimento del tabernacolo sono in ottone.

Recuperata infine la pisside, ormai smontata in diversi pezzi, è stata necessaria la bravura di un artigiano di Luino per rimetterla a nuovo e restituirla alla chiesa e ai suoi fedeli.

Alla cerimonia, oltre ai carabinieri che hanno contribuito a risolvere il caso, ha voluto presenziare anche il sindaco di Porto Valtravaglia Ermes Colombaroli che ha ringraziato i militari per il prezioso ritrovamento e condividere con tutta la comunità di fedeli la gioia di aver restituito alla bella chiesetta di Muceno un nuovo tabernacolo.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127