EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Varese | 5 Maggio 2021

Le ostetriche di ASST Sette Laghi: un piccolo esercito per la salute delle donne e dei loro figli 

La dottoressa Tomasin: "Ringrazio le nostre meravigliose ostetriche di Varese, Cittiglio, Malnate, Gazzada, Sesto Calende, Arcisate, Tradate, Laveno Mombello e Luino"

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Oggi si celebra la Giornata Internazionale dell’Ostetrica promossa da ICM (international Confederation of Midwives) il cui tema quest’anno è “Segui i dati: investi sulle ostetriche”.

Secondo ICM infatti le gravidanze e i parti seguiti dall’ostetrica salvano vite, migliorano la salute della donna e del bambino e rafforzano i sistemi sanitari nazionali. Aumentare il numero e i ruolo delle ostetriche nei punti nascita contribuirà secondo ICM a salvare in tutto il mondo 4,3 milioni di vite ogni anno fino al 2030: Si potranno ridurre del 67% le morti di donne per il parto e del 64% le morti post parto di bambini in particolare nei paesi in via di sviluppo dove la mortalità tra le partorienti e i neonati è ancora relativamente elevata.

ASST Sette Laghi, sotto la regia di Rita Tomasin, Responsabile DAPSS (Direzione Assistenziale Professioni Sanitarie e Sociali) e di Simona Nigro, Ostetrica coordinatrice Area salute donna e bambino, ha incrementato la propria squadra di ostetriche. Oggi sono ben 108 di cui 59 in servizio all’Ospedale Del Ponte di Varese. Le altre operano al Punto Nascita di Cittiglio (21) e a quello di Tradate (17) mentre 11 colleghe sono dislocate sul territorio nei consultori di Varese, Malnate, Gazzada, Sesto Calende, Arcisate, Tradate, Laveno Mombello e Luino.

I servizi gestiti in autonomia dalle ostetriche che sono stati maggiormente utilizzati dalle donne quest’anno sono stati gli ambulatori a Basso Rischio Ostetrico, con oltre 600 utenti complessive, e il cosiddetto “Bilancio di salute post-parto” che prevede visite domiciliari alle puerpere a scadenze programmate. Quest’ultimo servizio partito a marzo 2021 per ora nel solo Distretto del Verbano, che comprende i consultori di Sesto Calende, Laveno e Luino, ha già totalizzato in soli due mesi una cinquantina di visite a domicilio nonostante le complicazioni dovute all’emergenza Covid tutt’ora in corso.

Nei primi quattro mesi del 2021 i parti gestiti nei tre punti nascita dell’azienda – tutti con l’ausilio e l’intervento delle ostetriche – sono stati 1276 di cui 907 al Del Ponte, 196 a Tradate e 173 a Cittiglio. La proiezione sui 12 mesi conferma al momento il dato di 3840 parti del 2020 e potrebbe alla fine superarlo.

“A nome di ASST Sette Laghi – dichiara la dottoressa Tomasin – di tutte le mamme e dei bimbi assistiti, ringrazio le nostre meravigliose ostetriche per aver dimostrato quest’anno spirito di resilienza e capacità di adattamento alle nuove condizioni imposte dalla pandemia. La certezza di avere un professionista accanto, potenzia la sicurezza della cura e rassicura il cuore di chi ne riceve i benefici. Sono valori – conclude Tomasin – ben rappresentati dal logo che la Federazione degli Ordini della Professione di Ostetrica dedica a questa giornata; i colori dell’arcobaleno che avvolgono le mani che aiutano a dare la vita”.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127