EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Luino | 2 Aprile 2021

Luino, il Monsignor Comi è covid-free e i famigliari tornano a rivedere i propri cari

Conclusa la campagna vaccinale, sono state ripristinate le visite al vetro. In fase di allestimento le “stanze degli abbracci” in entrambe le strutture della fondazione

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Strutture Covid free, visite al vetro dei famigliari, campagna vaccinale, ingresso di nuovi ospiti: sono questi gli obiettivi raggiunti dalla Fondazione Monsignor Comi di Luino nel corso di queste ultime settimane.

Da alcuni giorni, essendosi negativizzata l’ultima ospite – spiegano dal consiglio di amministrazione – anche la Casa Albergo ha riaperto le visite al vetro per i famigliari degli ospiti, nel rispetto dei rigorosi criteri di sicurezza richiesti dalle normative. Questo fa seguito alla precedente riapertura della Struttura Protetta, operante ormai da settimane: “È un momento di particolare soddisfazione per la Fondazione dopo un periodo di difficoltà che ha visto tutto il personale coinvolto e determinato a difendere il benessere e la salute degli ospiti. Un avvio importante verso un ritorno graduale alla normalità e che incontra le aspettative delle famiglie e allevia le difficoltà degli ospiti purtroppo costretti per lungo tempo a non poter incontrare i propri cari”.

Tornare a salutare i propri cari, seppure attraverso un vetro, è solo un primo passo: l’intenzione della Fondazione luinese è quella di far seguire una seconda fase con l’allestimento di “stanze degli abbracci” in entrambe le strutture. I lavori di allestimento e di acquisizione delle attrezzature necessarie sono in fase di completamento e si potrà dunque procedere, in tempi brevi, verso l’obiettivo di poter rendere ancora più concreto – e sicuro – il contatto tra ospiti e famiglie.

La campagna di vaccinazioni anti-Covid si è conclusa con la somministrazione anche della seconda dose e ha riscontrato l’adesione sia degli ospiti che degli operatori, “consci – riconosce il cda del Comi – dell’importanza di questo momento a tutela dell’intera comunità”.

Anche la riammissione graduale di nuovi ospiti ha preso nuovamente il via, con tutte le garanzie di sicurezza previste dal piano organizzativo che permettono alle famiglie di inserire i propri cari nella struttura dando loro la sicurezza della massima efficienza sanitaria, operativa e gestionale.

“I progressivi miglioramenti della situazione, alla luce dei provvedimenti intrapresi, ci inducono a sperare nella possibilità di riprendere a breve tutte le attività di servizio, già precedentemente attivate sino alla sospensione a causa della pandemia, pur essendo consapevoli della necessità di rispettare il più alto livello di attenzione e cautela, evitando cadute di attenzione”, concludono dalla Fondazione Comi.

I riferimenti necessari a poter procedere con la prenotazione delle visite sono pubblicati sul sito di Fondazione (www.fondazionecomi.it). Per maggiori informazioni è possibile contattare il numero 3783018717, da lunedì a venerdì, dalle 9 alle 10 e dalle 14 alle 15.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127