EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Luino | 30 Marzo 2021

Luino, arrivano le rigenerazioni urbane: “Risanare il territorio e combattere il degrado”

L'assessore Sai ha dettato le coordinate delle novità normative per il recupero delle aree dismesse: meno oneri di costruzione, iter burocratici più snelli

Tempo medio di lettura: < 1 minuto

Per favorire il risanamento del territorio e combattere il degrado, il Comune di Luino si appresta ad inserire un nuovo strumento nella lista dei propri iter procedurali dedicati all’urbanistica.

Si tratta della rigenerazione, novità normativa introdotta da una legge regionale che impatterà con una serie di bonus e snellimenti burocratici sul recupero delle aree dismesse. Di queste opportunità ha parlato ieri sera in consiglio comunale l’assessore all’ambiente e all’edilizia privata Fabio Sai, focalizzando l’attenzione in particolare su tre migliorie che fanno parte del piano.

La prima riguarda l’incremento volumetrico, fino al 20%, in rapporto agli interventi di recupero, seguita da una riduzione degli oneri di costruzione fino al 35% (che si somma agli sconti già previsti per la maggior parte degli immobili dismessi, in caso di recupero) e dalla possibilità di usufruire di procedimenti autorizzativi più rapidi che, in questo ambito, diventeranno quindi prioritari.

Le tempistiche verranno regolate da alcune scadenze, volute per incentivare il ricorso ai vantaggi elencati. Incremento volumetrico e riduzione degli oneri saranno accessibili, contemporaneamente, entro i primi tre anni. La scelta si ridurrà ad uno solo dei due entro i primi sei anni. Al termine di questo periodo, decadranno entrambi.

Il principio della rigenerazione urbana, ha spiegato ancora Sai, include anche una componente interamente dedicata al tema della prevenzione, complementare a quello dell’investimento e del recupero. Si tratta nello specifico dell’obbligo ad eliminare i rischi ambientali e di possibili crolli entro un anno dall’inserimento dell’immobile nel piano di rigenerazione che, una volta completato l’iter di definizione, figurerà come direttiva strategica all’interno del Piano di Governo del Territorio, strumento già impiegato dalle amministrazione comunali in ambito urbanistico.

L’assemblea luinese tornerà presto sul punto, anche perché il passaggio successivo implica l’individuazione delle aree per le quali sarà possibile applicare le nuove disposizioni.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127