EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Casalzuigno | 18 Marzo 2021

Arcumeggia in allarme: i suoi affreschi si stanno scolorendo

Il sindaco De Rocchi ha sollecitato Provincia e Comunità Montana: “Ci stiamo attivando per preservare un importante bene della comunità, ognuno faccia la propria parte”

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Non solo la Spartizione della polenta in famiglia di Innocente Salvini, ma anche altri affreschi del “borgo dipinto” di Arcumeggia si stanno deteriorando.

Come riporta il quotidiano locale La Prealpina, infatti, l’amministrazione comunale di Casalzuigno ha contattato un restauratore dell’Accademia di Brera che ha effettuato un sopralluogo nella caratteristica frazione, analizzando le opere realizzate da diversi esponenti dell’arte del Novecento – tra cui, appunto, Salvini – sui muri esterni delle abitazioni.

Da ciò è emerso che le condizioni degli affreschi non appaiono affatto buone, a causa dell’azione del sole e degli agenti atmosferici che, anno dopo anno, hanno fatto sì che i pigmenti colorati utilizzati nella loro realizzazione perdessero la loro lucentezza fino a scolorire.

Urge, perciò, un intervento che consenta di recuperare e preservare queste opere che fanno di Arcumeggia un luogo capace di affascinare molte persone e che può senza dubbio rappresentare un importante traino per tutto il turismo locale. Per questo, a quanto si legge sulle colonne di Prealpina, il sindaco di Casalzuigno Danilo De Rocchi ha già interpellato, negli scorsi mesi, i due enti sovracomunali proprietari degli affreschi, la Provincia di Varese e la Comunità Montana Valli del Verbano.

La risposta giunta dal settore Cultura di Villa Recalcati parla di accertamenti in corso con i settori Finanze e Bilancio e Tecnico per verificare “le eventuali procedure da attivare”, dal momento che – come riporta il quotidiano – l’ente aveva sì stanziato 25mila euro per il borgo, ma nel 2015, e si tratta di “un impegno non più perfezionato”. Il presidente della Comunità Montana, Simone Castoldi, ha invece sollecitato la Regione che lo scorso gennaio ha concesso altri 40mila euro di fondi al momento, però, non ancora erogati.

“Nonostante il periodo difficile anche sotto il profilo finanziario, l’amministrazione si sta attivando per cercare di preservare un importante bene della comunità e attende con fiducia che tutti facciano la propria parte”, ha dichiarato a Prealpina De Rocchi che, in questi giorni, ha nuovamente incalzato entrambi gli enti per cercare di ottenere risposte concrete nel più breve tempo possibile.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127