EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Lombardia | 10 Marzo 2021

Covid, la Lombardia è “la regione che fa più conferenze stampa che vaccinazioni”

De Rosa (M5S): “Oggi hanno dichiarato che le aziende potranno vaccinare, ma non hanno spiegato da quando e come. Come d’abitudine, dopo l’annuncio niente”

Tempo medio di lettura: < 1 minuto

“Si sottraggono alla responsabilità politica, per ottenere visibilità mediatica. Siamo la regione d’Italia che fa più conferenze stampa che vaccinazioni. Il fallimento di questa amministrazione può riassumersi così”, con queste parole il capogruppo del Movimento Cinque Stelle in Lombardia Massimo De Rosa commenta l’annuncio del Pirellone di aprire alle vaccinazioni anti-Covid in azienda.

“Oggi il DG Pavesi ha abbandonato la seduta della Commissione Sanità senza rispondere alle domande dei consiglieri regionali, spiegando che lo attendevano in conferenza stampa. – aggiunge De Rosa – Una farsa di un’ora fra vuote autocelebrazioni e insopportabili dichiarazioni d’intenti, in cui all’annuncio, come d’abitudine, non sono seguiti i dati”.

“Hanno detto che le aziende potranno vaccinare. Non hanno spiegato da quando, non hanno detto quali aziende aderiranno al progetto e con che caratteristiche, non sanno quanti cittadini potranno essere coinvolti, quanti medici, quanti infermieri. Non hanno un accordo con i sindacati, hanno detto che i lavoratori dovranno offrirsi volontari, ma non hanno spiegato come dovrà comportarsi l’azienda con chi non lo farà. Insomma, come d’abitudine, dopo l’annuncio niente”, prosegue il consigliere regionale del M5S.

“Ora invocano collaborazione e chiedono aiuto. Come da un anno a questa parte siamo a disposizione – conclude De Rosa – con le nostre idee e i nostri suggerimenti. È difficile però farsi ascoltare da chi è sempre impegnato a chiacchierare”.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127