EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Cuveglio | 6 Marzo 2021

Cuveglio, “Tre no al nuovo parco giochi inclusivo”

Il gruppo consiliare di minoranza ribadisce la propria contrarietà al progetto finanziato dai fondi regionali: "Luogo, costo, modi. Tutto quello che non ci convince"

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Il parco giochi inclusivo di via Veneto è un progetto sbagliato e vi spieghiamo perché”. Sono tre le ragioni a cui il gruppo consiliare di minoranza “Cuveglio al Centro” si appella per ribadire la propria contrarietà al piano dell’amministrazione Paglia finalizzato alla costruzione di una nuova area gioco, grazie ad una richiesta di finanziamento per 30 mila euro accolta, tramite apposito bando, dalla Regione Lombardia.

A rafforzare la contrarietà del gruppo rappresentato dai consiglieri Nicolò Alagna e Matteo Rossi c’è ora anche una mozione che verrà presentata in assemblea, con l’intento di bloccare la realizzazione del parco e favorire una più ampia riflessione sulla riqualifica degli spazi simili già esistenti.

I motivi di questo ulteriore appello, che fa seguito ai post già pubblicati via Facebook allo scopo di coinvolgere il più possibile la comunità all’interno del dibattito sul tema, sono riassunti – come detto – in tre punti approfonditi dai due consiglieri tramite una nota: il luogo (“un nuovo e piccolo parco giochi vista provinciale e a pochi metri da uno già esistente”); il costo (“con una parte dei 19 mila euro, ovvero la parte di spesa coperta dal Comune, è possibile riqualificare e ammodernare, rendendoli inclusivi, i parchi gioco che già esistono”); il modo (“quando si trasforma un’area bisognerebbe partire da un’idea, sviluppare un progetto e, infine, cercare i bandi per realizzarlo. In questo caso pare sia stato fatto il contrario, e il risultato si vede”).

Una contestazione, quella di “Cuveglio al Centro”, che tocca quindi contemporaneamente il merito e il metodo dell’operazione parco giochi, opportunità che grazie al sopracitato bando è stata colta da diverse amministrazioni dell’alto Varesotto – dalla Valcuvia al Luinese, fino alla Valceresio – che con i fondi regionali provvederanno all’ammodernamento di piattaforme ludiche o alla costruzione da zero di nuovi spazi, come nel caso che interessa Cuveglio.

“Rifiutiamo la logica per cui, pur di ottenere i contributi di Regione Lombardia, si decide di spendere 19 mila euro di risorse comunali e si porta avanti un progetto discutibile e non condiviso dalla cittadinanza – ribadiscono i due consigliere attraverso la nota -. Per noi amministrare è una cosa diversa, bisogna pianificare e programmare partendo dalle reali esigenze del paese”.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127