EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Canton Ticino | 18 Febbraio 2021

Ticino, denaro in cambio del silenzio su frequentazioni “a luci rosse”: fermato un 37enne

Si tratta di un italiano residente nel Luganese, interrogato per tentata estorsione ai danni di diverse persone tramite lettere con richieste di soldi in criptovaluta

Tempo medio di lettura: < 1 minuto

Lo scorso 16 febbraio, nel contesto di un’indagine finalizzata a far luce su una serie di tentativi di estorsione ai danni di clienti di locali a luci rosse, la Polizia cantonale del Ticino ha fermato e interrogato un 37enne italiano domiciliato nel Luganese.

L’inchiesta è nata in seguito ad alcuni scritti nei quali il destinatario veniva esortato a versare, entro un lasso di tempo di pochi giorni, una cifra variabile tra i 500 e i 2000 franchi in cambio del silenzio sulle sue frequentazioni notturne. Queste missive contenevano in particolare una serie di istruzioni per procedere al pagamento di quanto richiesto in criptovalute.

L’articolata attività investigativa messa in atto dagli agenti della cantonale ha quindi permesso di risalire all’identità del sospetto autore.

La principale ipotesi di reato a suo carico è quella di estorsione. L’inchiesta è coordinata dalla Procuratrice pubblica Petra Canonica Alexakis. Non verranno rilasciate ulteriori informazioni.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127