EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Lombardia | 3 Febbraio 2021

“A Fontana chiediamo ristori specifici per la zona di confine di Luino in profonda crisi”

L'appello è stato lanciato questa mattina dal consigliere regionale del Partito democratico, Samuele Astuti: "Molte attività rischiano di chiudere"

Tempo medio di lettura: < 1 minuto

Il commercio nella zona di confine tra Luino e Ponte Tresa è in profonda crisi. Fontana e Guidesi destinino ristori specifici. Nella distribuzione dei ristori è necessario tener conto della specificità dei singoli territori”.

A chiederlo è il consigliere regionale del Pd, Samuele Astuti, che raccoglie il grido d’allarme della Ascom Confcommercio di Luino che denuncia, anche dopo il passaggio in zona gialla, una profonda crisi delle attività commerciali nella zona di confine, causata dalla mancanza dei clienti svizzeri.

Molte attività commerciali – sottolinea Astuti – in queste condizioni rischiano di chiudere. Chiediamo a Fontana e Guidesi di tener conto nella distribuzione dei ristori della specificità dei singoli territori e destinarne, dove serve, di specifici e calibrati”.

Nella giornata di ieri erano stati proprio i vertici di Ascom Luino a scrivere al governatore Fontana e all’assessore Guidesi, invitandoli a venire al mercato per si conto della situazione di crisi. “Il futuro preoccupa”, hanno commentato.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127