EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Luino | 1 Dicembre 2020

Luino, il Monsignor Comi colpito dal Covid: oltre 140 i positivi

Registrati 80 ospiti positivi e 62 tra medici, infermieri professionali e ausiliari. Il sindaco Bianchi: "Problematiche legate al personale, situazione difficile"

Tempo medio di lettura: 2 minuti

In continuità all’impegno di informare sull’evolversi  della pandemia da Coronavirus, che nella seconda fase ha coinvolto anche la Fondazione Monsignor Comi di Luino, il consiglio d’amministrazione vuole informare ed aggiornare tutta la popolazione in merito alla situazione pandemica all’interno della struttura.

Tra gli ospiti si sono registrati 80 positivi, di cui 73 in Struttura Protetta e 7 in Casa Albergo e inseriti in area Covid appositamente  create, mentre tra il personale risultano in malattia 62 tra medici, infermieri professionali, e ausiliari.

Tutto questo  sta avvenendo malgrado le misure di sicurezza previste dai protocolli e scrupolosamente adottate, inclusa la costante sanificazione straordinaria delle strutture ed il continuo monitoraggio di ospiti e personale, senza dimenticare la continua fornitura di tutti i D.P.I. necessari alla protezione.

“Grazie al lodevole impegno e costante lavoro del  nostro personale – commenta il vicepresidente Alberto Frigerio -, che doverosamente ringraziamo, agli ospiti si continua a fornire la doverosa e necessaria assistenza e in caso di eventuale positività i parenti vengono immediatamente avvisati. Stiamo continuamente monitorando la situazione e pronti ad adottare ulteriori misure in caso dovessero rilevarsi altre necessità. Ci preme assicurare che al momento tutti gli ospiti positivi sono in buone condizioni, curati secondo le prescrizioni del personale medico e regolarmente assistiti sia sul piano sanitario che assistenziale“.

Il tema è stato trattato anche dal sindaco Enrico Bianchi ieri sera in consiglio comunale. “Ho parlato con il presidente Vissi e mi ha comunicato le difficoltà del Comi. Fortunatamente i positivi non sono particolarmente gravi. Il vero problema, però, riguarda il personale, con numerosi operatori positivi che non possono svolgere il loro lavoro all’interno della struttura. Il CdA sta facendo il possibile per sopperire a questa gravità e noi stiamo esprimendo vicinanza, cercando di attivarci affinché si riesca a trovare più figure sanitarie”.

A detta del presidente Vissi la struttura potrà essere gestita per altri tre giorni al massimo, in seguito probabilmente la direzione lancerà appelli o segnalazioni, a Regione Lombardia, con l’obiettivo di sopperire queste lacune. In caso contrario, il CdA contatterà la Prefettura di Varese, perchè la situazione è grave.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127