Varese | 26 Novembre 2020

Servizio idrico e sostenibilità nel Varesotto, il piano di Alfa da qui al 2035

Entro fine anno verrà definito il nuovo progetto dell'azienda, che terrà conto dei cambiamenti climatici e sociali. Mazzucchelli: "Approccio radicalmente nuovo"

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Parte dal territorio e dai suoi protagonisti il percorso intrapreso da Alfa Srl – gestore del servizio idrico integrato della Provincia di Varese – verso la sostenibilità.

È di questi giorni, infatti, l’avvio del progetto di stakeholder engagement che ha l’obiettivo di integrare la pianificazione industriale con gli aspetti ESG (Environment, Social e Governance che rappresentano i capisaldi delle politiche di sostenibilità: ambiente, sociale e governance) e le priorità del territorio.

“Si tratta di un approccio radicalmente nuovo per la nostra azienda – spiega Paolo Mazzucchelli presidente di Alfa – che nasce nell’ambito della nostra collaborazione con Gruppo CAP e che punta a rendere Alfa sempre più un player territoriale di rilievo lombardo. In questi mesi stiamo costruendo il piano industriale che guiderà la società nei prossimi anni e l’ascolto degli stakeholder è fondamentale per comprendere i bisogni e le aspettative del territorio.”

Sviluppato da Alfa in sinergia con CAP e in collaborazione con The European House Ambrosetti e la LIUC di Castellanza, il progetto prevede un’accurata analisi del territorio e dei suoi driver di sviluppo, affiancata dall’avvio di un percorso di dialogo con un gruppo di portatori di interessi locali. L’obiettivo è quello di tracciare una prima matrice di materialità che integri priorità dell’azienda con quelle del territorio e avvii il percorso che porterà allo sviluppo del piano strategico di sostenibilità di Alfa.

“Integrare piano industriale e sostenibilità – continua Mazzucchelli – è fondamentale per un’azienda che gestisce il Servizio Idrico Integrato. Gli scenari futuri ci confermano che cambiamenti climatici e sociali impatteranno sulle aziende come la nostra in modo significativo. Pensiamo solo ai fenomeni meteorologici estremi che generano allagamenti e mettono in crisi i depuratori o alle siccità sempre più probabili, che stressano le nostre risorse idriche. I nostri obiettivi, dunque, non possono prescindere da questi rischi globali che vanno gestiti e mitigati. E la nostra azione industriale sul territorio della provincia di Varese andrà proprio in questa direzione.”

Il percorso ha preso il via in questi giorni e terminerà alla fine dell’anno dopo aver incontrato alcuni dei più importanti stakeholder del territorio.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127