EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Milano | 25 Novembre 2020

Da Regione nuovi fondi per l’alto Varesotto: “Puntiamo ad un laboratorio per la valorizzazione”

A lanciare l'idea è il consigliere Cosentino, che guarda allo sviluppo dei prossimi 10 anni. "Già avviato un dialogo con i sindaci". 250 mila euro per Ghirla e Agra

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Ammontano a 250 mila euro i fondi extra stanziati nell’ambito del bilancio 2020 di Regione Lombardia destinati a due piccole comunità dell’alto Varesotto: Agra e Ghirla.

Le parole chiave sono: cultura, benessere, rilancio turistico e sportivo. A metterle in fila è il consigliere di “Lombardia ideale” Giacomo Cosentino, firmatario di un emendamento che proprio in sede di bilancio ha consentito lo stanziamento dei fondi.

A Ghirla andranno 150 mila euro per la valorizzazione del laghetto. Ad Agra, invece, 100 mila euro per il potenziamento delle strutture sportive presenti in paese. Cosentino esprime poi soddisfazione anche per la Comunità montana del Piambello, che a sua volta potrà usufruire di importanti fondi regionali per iniziative di rilancio del territorio.

“Sono ancora più contento – ha precisato in merito il consigliere regionale – perché viene data la giusta considerazione al monte Orsa: un luogo affascinante, riconosciuto anche dall’Unesco, che ho avuto modo di conoscere soprattutto grazie a delle persone fantastiche che, con la loro associazione ‘Amici del Monte Orsa’, svolgono attività molto importanti per la conservazione e il rilancio”.

Tuttavia la sola disponibilità economica non può essere sufficiente, nella visione del consigliere, per assicurarsi l’attuazione di un percorso di crescita. Per questo l’idea di Cosentino è quella di avviare, non appena le condizioni sanitarie lo permetteranno, un dialogo finalizzato a definire una strategia comune tra amministratori locali. Una sorta di “laboratorio” per la valorizzazione dell’alto Varesotto, da qui ai prossimi dieci anni.

“Ho avuto modo di confrontarmi con alcuni sindaci e col presidente della Comunità montana Valli del Verbano, Simone Castoldi – spiega Cosentino in conclusione – e tutti concordano sull’esigenza di dare vita, in tempi brevi, a questo strumento programmatico di lavoro. Parallelamente si continua a lavorare anche alla creazione di una cabina di regia provinciale, con a capo la Protezione civile, che si occupi di mappare le zone più a rischio idrogeologico, e quindi individuare gli interventi prioritari da eseguire. Abbiamo già fatto una riunione con Comunità montane, Parco Campo dei Fiori e Protezione civile provinciale per muovere i primi passi. La collaborazione di tutti gli enti è fondamentale per portare a casa risultati importanti”.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127