EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Luino | 22 Ottobre 2020

Istituto Comprensivo “B. Luini” in difficoltà, mancano docenti e collaboratori ATA

A denunciare la situazione delicata sono stati i genitori di Luino, Dumenza, Agra, Maccagno con Pino e Veddasca. L'appello agli uffici competenti di Varese

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Mentre l’ondata del Covid ha ripreso la sua corsa, con un aumento di contagi in tutta Italia, causando problemi e preoccupazione anche nell’alto Varesotto, a quaranta giorni dall’inizio dell’anno scolastico, i genitori che fanno parte del Consiglio d’Istituto dell’Istituto Comprensivo Statale “Bernardino Luini” denunciano la mancanza di docenti e di personale ATA.

E’ con grande rammarico che ci vediamo costretti ad esternare la nostra delusione in merito alla situazione venutasi a creare a causa del Covid-19 – commentano i genitori -. Come Istituto Comprensivo, con ben undici plessi da seguire, in diversi paesi del nostro territorio, ci siamo trovati molto penalizzati, non avendo ricevuto personale sufficiente a coprire gli orari e non solo quelli”.

Le loro critiche arrivano dopo numerose richieste, e questo grido d’aiuto è maturato dopo lunghe attese e false speranze. “A mancare sono circa dodici docenti e dieci collaboratori ATA – continuano i rappresentanti -. Questi sarebbero i numeri di addetti ai lavori necessari per permettere ad ognuno dei nostri plessi di avere la copertura delle ore di lezione e soprattutto per consentire ai nostri figli di tornare a vivere la scuola nella quasi completa ‘normalità’, anche se ci rendiamo conto di vivere in un periodo particolare che sembra dover durare più di quanto si ipotizzasse e sperasse”. Infatti, la situazione non sta migliorando e in alcuni casi, soprattutto in altre scuole secondarie di secondo grado, è già ripartita la didattica a distanza.

Oltre alle critiche, però, i genitori hanno voluto lanciare anche un appello e una richiesta all’ufficio scolastico competente in materia: “Chiediamo che da Varese, il prima possibile, venga assegnato più personale docente e collaboratori ATA. A causa dell’emergenza Covid-19 è dall’inizio dell’anno scolastico che l’Istituto Comprensivo è costretto a tamponare i ‘buchi’, riducendo, per forza di cose, l’orario di istruzione. Infine, quello che speriamo, è che a stretto giro possiamo riuscire ad avere un piano lezione definitivo che possa far tornare almeno l’orario di scuola, per i nostri bambini e i nostri ragazzi, alla normalità”.

Ad informare i genitori di questa situazione è stata la dirigente scolastica, la professoressa Raffaela Menditto, che negli scorsi giorni ha riunito il Consiglio d’Istituto, dove si è parlato anche di questa criticità, che coinvolge centinaia e centinaia di famiglie in tutto il territorio luinese, in quello della Valdumentina e della Veddasca.

L’Istituto Comprensivo Statale “Bernardino Luini” di Luino, infatti, è un plesso scolastico che serve tutto il Luinese, dovendo gestire le scuole dell’infanzia ad Agra e Dumenza, le scuole primarie di Luino, Creva, Motte, Voldomino, Dumenza e Maccagno e, infine, anche le scuole secondarie di Luino, Maccagno e Dumenza.

In totale frequentano queste sedi e distaccamenti oltre 1300 studenti, che seguono le lezioni di 150 docenti circa, tra maestri e maestre, professori e professoresse. Tra il personale scolastico e i collaboratori ATA, invece, si contano attualmente 26 lavoratori, che devono suddividere le loro giornate e turni su undici plessi scolastici differenti, in base alle indicazioni della dirigenza scolastica e della segreteria.

Un lavoro complesso, critico, anche a fronte dell’emergenza che tutta la popolazione sta vivendo. I cosiddetti “bidelli”, oltre ad occuparsi della gestione quotidiana delle scuole, devono anche tenere puliti e sanificare gli ambienti, tutte le aule, i corridoi e i servizi igienici.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127