EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Caravate | 20 Ottobre 2020

A Caravate la famiglia Passionista in festa

Sabato e domenica i festeggiamenti per celebrare il fondatore della congregazione, S.Paolo della Croce con canti, preghiere e momenti di condivisione

Tempo medio di lettura: 2 minuti

(a cura di Alessandra Torretta) Sabato 17 ottobre è stata una giornata di festa alla “Casa di Esercizi Spirituali” passionista di Caravate. Tutta la famiglia passionista si è mobilitata per celebrare il fondatore della congregazione, S. Paolo della Croce, morto a Roma il 18 ottobre 1775.

In vista del giorno dedicato alla sua memoria (19 ottobre) la famiglia lasciata in eredità da questo sacerdote e mistico dell’800 lo ha ricordato cantando nel Santuario dedicato a S. Maria del Sasso, annesso al convento, i Vespri solenni, animati dai tre giovani novizi che da settembre sono presenti in questa casa di preghiera, diventata anche noviziato, e dal loro Maestro e Superiore della Casa, padre Marco Panzeri.

Accompagnati con l’organo suonato da Joao, Emmanuele e Marco hanno creato quell’atmosfera di gioiosa partecipazione alla preghiera, che ha poi coinvolto i presenti fino alla fine della serata.

Al termine del momento di preghiera, la Famiglia e gli amici si sono ritrovati per un rinfresco fatto di condivisione e di piacevole comunicazione tra i presenti, nella stretta osservanza dei protocolli imposti da questo periodo contrassegnato dal Covid-19, che ancora imperversa nella nostra vita.

Sempre in santuario, alle ore 20,45, il coro “Sursum corda” di Busto Arsizio ha riproposto la meditazione cantata su S. Paolo della Croce e la spiritualità passionista, che aveva già presentato con successo il 24 agosto, quando era arrivata l’icona del “Giubileo passionista”, che segna i trecento anni di nascita di questa congregazione presente in tutto il mondo.

Attraverso il canto i presenti si sono lasciati interrogare su quanto i pilastri della spiritualità passionista (orazione, abbandono in Dio, evangelizzazione attraverso la memoria della Passione, il Perdono, il Crocifisso, l’amore doloroso o il dolore amoroso) siano ancora validi ed attuali, anche ai nostri tempi.

Riscoprire la Passione di Gesù, riviverla, sentire l’amore e la passione che ha spinto Dio ad incarnarsi, a manifestare tutto il Suo Amore per noi attraverso la Croce, è ancora strumento basilare, che come un’ancora ci fa ritrovare il nostro baricentro per smettere di sentirci andare alla deriva, ci apre gli occhi sulla realtà e ci fa ritrovare una direzione comune, insieme a tutta la Famiglia Passionista che cerca di incarnare questo carisma così centrale rispetto al messaggio cristiano.

Questa giornata è stata proprio un risultato di gruppo, di una vera famiglia, dove ognuno ha trovato modo e spazio (la preghiera, la preparazione e l’organizzazione del rifresco, il canto e le parole) per esprimersi e aiutare gli altri ad entrare nel proprio fondo, nel proprio cuore e a ritrovare slancio e occasione per raggiungere l’Altro, diventando missionari, come S. Paolo della Croce faceva con i suoi confratelli.

È stato significativo ritrovarsi insieme, come testimoni credibili che fondano la loro evangelizzazione sull’unità, come ci hanno insegnato le prime comunità cristiane, nonostante le differenze, le difficoltà, le distrazioni di altri impegni.

Auguri allora alla Famiglia Passionista! Ma la festa è stata solo una tappa, non un punto di arrivo! Domenica mattina, al termine della Messa delle h. 9.30, padre Tarcisio ci ha aiutato a far memoria dell’eredità lasciata da questo santo, fondatore dei passionisti, rileggendo e meditando il testamento spirituale lasciato da S. Paolo alla sua congregazione in punto di morte.

Grazie ai novizi che hanno fatto da collante in questa esperienza collettiva e grazie ai padri che non mancano mai di aprire le loro porte e mettersi a disposizione dell’intera Famiglia in ogni situazione. E ora, Covid permettendo, avanti tutta!

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127