Cremenaga | 14 Ottobre 2020

Al via “Piambello dal Vivo”, Roberto Anglisani a Cremenaga con “Giungla”

"Piambello dal vivo" porta in scena uno spettacolo che unisce la cultura letteraria alle tematiche sociali del territorio. Ecco tutte le informazioni utili

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Domenica 18 ottobre 2020 alle ore 16.30 a Cremenaga, in via Vittorio Veneto 23 (piazzale al lato del Comune) prende il via lo spettacolo “Giungla” di e con Roberto Anglisani, primo spettacolo della rassegna “Piambello dal Vivo”.

“Giungla” si apre in un ambiente cupo è ostile. È una sera d’autunno, piove, la Stazione Centrale di Milano è piena di pendolari che tornano a casa dal lavoro. In mezzo alla folla, come se fossero invisibili, si muovono otto, dieci ragazzini stranieri di età diverse. Sono guidati da un uomo con un lungo cappotto, una finta pelliccia di tigre, è Sherekhan: il trafficante di bambini. Mentre il gruppo si dirige verso l’uscita uno dei ragazzi scappa nei sotterranei della stazione, si chiama Muli e non vuole più essere costretto sotto la minaccia delle botte a rubare e a mendicare per Sherekhan.

Con la fuga di Muli si apre lo spettacolo di Roberto Anglisani e Maria Maglietta, l’ispirazione parte dal “Libro della Giungla” di Kipling, ma la giungla questa volta è la grande stazione centrale, con i suoi anfratti, i sottopassaggi bui e umidi, dentro cui si muove una umanità con regole di convivenza diverse, dove la legge del più forte è un principio assoluto.

CRITICA ALLO SPETTACOLO: la narrazione di Anglisani riesce a tenere sempre coinvolto lo spettatore, grazie alla capacità ammirevole dell’attore di calarsi nella parte, oltre al sottofondo sonoro sempre al passo con la narrazione (specie nel finale, dove l’armonia raggiunta da narrazione, trama e musica raggiunge risultati davvero interessanti).

Le tematiche principali dello spettacolo sono tratte da temi reali, Anglisani ha visitato il “deserto di binari” di cui racconta, e lo sfruttamento di bambini in condizioni disagiate è una notizia di cronaca purtroppo già sentita negli ambienti della stazione Centrale di Milano.

Uno dei meriti più importanti di “Giungla” è quello di saper affrontare questi temi senza ipocrisia né eccessi, creando un quadro credibile e molto interessante della situazione. Uno spettacolo assolutamente degno di nota (Manuele Oliveri per “Milano Teatri”).

PIAMBELLO DAL VIVO E’ TERRITORIO: perché questo spettacolo a Cremenaga? Perché il Comune è molto attento alle politiche sociali, in particolar modo ha ospitato più volte manifestazioni legate allo sfruttamento dei bambini. Questa
attenzione ci ha spinti a proporre lo spettacolo “Giungla”. Ma dov’è Cremenaga? Sorge sulla sponda sinistra del Tresa, fiume che congiunge il Lago di Lugano con il Lago Maggiore, e confina a nord con il comune svizzero di Monteggio. Fa parte della Comunità Montana del Piambello.

Una curiosità sul paese durante la dominazione spagnola della Lombardia: Cremenaga fu letteralmente dimenticata dalle autorità iberiche, tanto che il paese visse di fatto in simbiosi con la Svizzera, essendo fra l’altro sottoposto alla parrocchia elvetica di Sessa .

LA PAROLA AL DIRETTORE ARTISTICO: i comuni e la comunità del Piambello vi danno il benvenuto a “Piambello dal vivo”; oggi i comuni stanno investendo sulla cultura quale strumento per alleviare il distanziamento sociale.

Nell’incontro a teatro (in tutta sicurezza in base alla normativa) si vive un’esperienza insieme, ci si sente parte di una comunità pensante. Il nostro motto sarà “proteggervi per proteggerci”, vi proteggiamo usando tutte le precauzioni possibili, vi proteggiamo regalandovi viaggi fantastici accompagnati dalle storie, ci proteggiamo con la cura della cultura, e proteggerete con la vostra presenza la cultura stessa.

Vi aspettiamo, l’ingresso è gratuito ma la prenotazione è obbligatoria. L’evento è sostenuto dalla Fondazione Comunitaria del Varesotto, dalla Comunità Montana del Piambello, dai comuni di Bisuschio, Besano, Brusimpiano, Cremenaga, Cadegliano Viconago, Cunardo, Clivio, Cantello, Induno Olona, Lavena Ponte Tresa, Marchirolo, Saltrio.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127