Luino | 13 Ottobre 2020

Calcio, il Cantello condanna il Luino alla prima sconfitta

Gara equilibrata e ricca di colpi di scena, quella del Parco Margorabbia. Due rigori nel primo tempo, poi una prodezza di Silva dalla distanza. La cronaca del match

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Siete freschi e riposati? Spero di si, perché il match è stato intenso e ricco di colpi di scena. Tocca all’ostico Cantello Belfortese varcare il cancello del Margorabbia Park dove è atteso dal Luino capolista.

Mister Iori manda sul prato bomber Pavanello con licenza di svariare su tutto il fronte offensivo, assistito da Albertin. Alle loro spalle agiscono Piccinelli, nell’inedito ruolo di esterno alto, Lemma e Dozzio. Ospiti con Fontana e Ciccone pronti a mettere paura, innescati da Bianchi, Italiano e Scalamandrè.

Tre minuti, Pavanello si gira su una monetina, il portiere Boschini evita la capitolazione all’alba. 7 sul cronometro, sgorga il vantaggio biancorosso: Testa tocca in area l’attivissimo Scalamandrè, per il signor Pinci di Gallarate è rigore. Dal dischetto Fontana spiazza Ambrosetti. La lancetta più lunga segna 12′, il “Tigre” Pavanello mette i brividi a Boschini con un tiro cross che graffia il palo.

Minuto 15, l’indomito numero 10 luinese toccato da Bianchi termina a terra, l’arbitro indica il dischetto. Dagli undici metri lo stesso Pavanello realizza, palla a sinistra e Boschini a destra. Mezz’ora di gioco, con un colpo di destro Italiano sfiora la sbarra, immediata replica rossoblu con Piccinelli che perde l’attimo ed è murato dalla retroguardia. Partita brillante, punizione dalla destra, Pavanello mette nel vortice dove sbuca la testa di Ceccarelli che c’entra l’incrocio.

Seconda frazione, in campo il rientrante Trizio per Testa, Piccinelli arretra, i rossoblu a metà campo avvertono l’assenza di Fagnani. Poco gioco sulle corsie laterali e nessun cambio di ritmo. Nel Cantello Belfortese cresce Italiano che assume il comando in cabina di regia. 65 giri di lancetta, i ragazzi di Iori provano l’allungo: punizione dal limite sinistro, il magnifico tiro a giro di Pavanello sfiorato con le unghie dal miracoloso Boschini tocca ancora la sbarra. 70 sull’orologio, l’incontro raggiunge il climax: Calemme e Italiano tramano sull’asse di destra, palla geniale per Bianchi che da due passi spara alle stelle!

77 sul Casio, il tiro sporco di Dozzio bacia la traversa per la terza volta! Dieci minuti al tramonto della partita, cambia il vento: Silva (ex Varese in serie C2 ai tempi di Devis Mangia, Lorenzini, Carmignani e Beppe Sannino) batte una punizione apparentemente innocua dalla trequarti. Il brasiliano vede Ambrosetti troppo avanzato e praticamente da casa sua lo sorprende con una millimetrica parabola arcuata. Iozzino (osservato speciale in tribuna) e compagni perdono così imbattibilità e primato.

“Non abbiamo giocato la partita! Andavamo dietro a loro. Eppure in settimana ci eravamo preparati bene. Il risultato più giusto sarebbe stato il pareggio, loro hanno trovato il jolly, noi abbiamo colpito tre traverse. L’assenza di Fagnani non deve essere una giustificazione, la rosa è ampia”. Così mister Iori nel dopo partita.

Di umore opposto the Man of the match Silva Fernandez: ” Avevo già provato questo colpo in coppa contro il San Michele, ma non è entrata. Oggi ho visto il loro portiere fuori dai pali ed è andata bene”.

LUINO 1910: Ambrosetti, Testa, Ceccarelli, Vergottini, Iozzino, Visconti, Piccinelli, Lemma, Albertin, Pavanello, Dozzio. Allenatore Iori.
CANTELLO BELFORTESE: Boschini, Di Bari, Costa, Bianchi, Da Pos, Silva, Calemme, Italiano, Fontana, Ciccone, Scalamandrè. Allenatore Broggini.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127