Camigliatello Silano | 7 Ottobre 2020

Giro d’Italia, l’assolo di Filippo Ganna a Camigliatello Silano

Il giovane verbanese taglia il traguardo della quinta tappa in solitaria dopo una giornata tutta all'attacco: "Ieri sera Thomas mi ha detto di andare in fuga"

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Impresa dal sapore di altri tempi nel buio e nella nebbia del Monte Scuro: è di Filippo Ganna la vittoria della quinta tappa del Giro d’Italia.

Il verbanese di Vignone ha infatti trionfato sul traguardo di Camigliatello Silano, in Calabria, dopo una cavalcata in solitaria partita negli ultimi chilometri della frazione, guadagnandosi così anche la sua prima tappa in linea dopo la cronometro di Palermo che gli ha portato in dote, per due giorni, la Maglia Rosa.

Dapprima l’attacco lanciato insieme ad altri sette corridori con il compagno di squadra Salvatore Puccio, poi la salita verso il passo sulla Sila e il gruppetto che via via è andato sfilacciandosi fino a quando Ganna – rimasto insieme a Einer Rubio e Thomas De Gendt – ha deciso di dare la stoccata definitiva, involandosi tutto solo – come se fosse in un’altra cronometro – in un’atmosfera quasi surreale, fatta di pioggia e freddo dalle tinte quasi più piemontesi che calabresi.

“Non dovevo neanche andare in fuga, dovevo lavorare per Salvatore”, ha dichiarato il ventiquattrenne ai microfoni della Rai. “È una bella soddisfazione per la squadra dopo la perdita di Thomas. Ieri sera è stato lui a dirmi ‘Domani vai in fuga’ e ho rispettato gli ordini del capitano anche da casa”, ha concluso sorridendo visibilmente per la gioia pur al di sotto della mascherina.

Era forte il desiderio di riscatto per tutto il team Ineos Grenadiers dopo la caduta che ha causato la frattura del bacino e il conseguente ritiro del gallese Geraint Thomas – uno dei favoriti per la vittoria finale del Giro – e la capacità di reinventare daccapo gli obiettivi nonostante le difficoltà ha dato fin da subito l’effetto sperato, seppur non del tutto previsto: il sorriso e il braccio alzato di Filippo Ganna sulla linea del traguardo sono una grande iniezione di morale per la sua squadra, prima di tutto, ma ancora di più per il ciclismo italiano che ha trovato nel verbanese una sicura promessa per il futuro. (Foto di copertina © Team Ineos Grenadiers-Getty Sport)

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127