EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Lombardia | 11 Settembre 2020

Trenord, da lunedì nuovi orari e capienza massima dei posti a sedere nelle ore di punta

Appello dell'azienda ai viaggiatori: mascherina a bordo e responsabilità di tutti. Il consigliere M5S Verni: "Ancora corse tagliate, i pendolari non lo meritano"

Tempo medio di lettura: 2 minuti

A partire da lunedì 14 settembre, con la ripresa delle attività scolastiche, su tutte le grandi direttrici suburbane del servizio ferroviario e sulle principali linee regionali Trenord garantirà la massima offerta nelle ore di punta, dalle 6 alle 9.30 e dalle 16 alle 19.

Sulla linea Laveno-Varese-Milano Cadorna sarà effettuata una nuova corsa 10010, con partenza da Varese alle 5.20 e arrivo a Milano Cadorna alle 6.21. Alcune corse subiranno variazioni di orario. Tutte le informazioni sulle corse sono disponibili sul motore orario sul sito web e sull’app Trenord oppure alla pagina dedicata.

Per raggiungere la maggiore capacità possibile, saranno ulteriormente potenziate le composizioni dei convogli, soprattutto sulle linee e negli orari a maggiore frequentazione. A bordo i viaggiatori potranno occupare tutti i posti a sedere; in piedi si potrà sostare nei vestiboli, mantenendo il distanziamento, ma non nei corridoi. In questo modo sarà rispettato il limite definito dalle Autorità, che hanno disposto che sui mezzi di trasporto pubblico sia utilizzato complessivamente l’80% dei posti omologati.

Sul sito di Trenord, a bordo treno e in stazione una campagna di comunicazione ricorderà ai passeggeri i comportamenti da adottare per viaggiare in modo responsabile: indossare correttamente la mascherina – su naso e bocca – per l’intero viaggio, non sostare in piedi nei corridoi, evitare quando possibile di viaggiare nelle ore di punta, prediligere l’acquisto online dei titoli di viaggio. Tramite l’app Trenord i viaggiatori potranno controllare in tempo reale il livello di riempimento dei treni in arrivo, prima di salire. Sull’applicazione appare un’immagine stilizzata dei convogli che cambia colore a seconda dei posti ancora occupabili a bordo: rosso, giallo, verde.

L’azienda ricorda che in questa emergenza sanitaria la sicurezza del viaggio è affidata alla responsabilità dei passeggeri, che sono invitati a mantenere comportamenti adeguati al fine di ridurre il rischio per sé e per gli altri utilizzando i DPI, mantenendo le distanze, non insistendo nella salita nel caso in cui i posti a bordo siano già occupati secondo i livelli consentiti dalla normativa. Il mancato rispetto di tali regole potrà comportare l’intervento delle Forzea dell’Ordine. Come avviene dall’inizio dell’emergenza Covid-19, proseguiranno le attività quotidiane di sanificazione straordinaria dei convogli svolte di giorno nei tempi di sosta dei mezzi presso le principali stazioni di Milano e di notte nei depositi ferroviari.

In merito ai nuovi orari introdotti da Trenord il consigliere regionale del M5S Lombardia, Simone Verni dichiara: “Lascia perplessi la scelta, avallata da Regione, di non ripristinare tutte le corse effettuate prima dell’emergenza sanitaria. Le nuove modalità di organizzazione della mobilità conseguenti all’emergenza in atto che vede e vedrà ingressi ed uscite da luoghi di lavoro o scuole distribuiti nella giornata, rendono ora fondamentali anche le corse collocate in orari fuori dalla punta. In assenza di tali servizi, molti viaggiatori si vedranno costretti ad utilizzare il mezzo privato”.

“Per far fronte al probabile aumento di domanda”, aggiunge il consigliere regionale, “l’incremento del coefficiente di riempimento dei mezzi fino all’80% deve essere accompagnato dal ripristino delle corse come nella fase precedente all’emergenza sanitaria secondo quanto previsto dal Contratto di servizio. Regione Lombardia si presenta, come al solito, impreparata e inadeguata a gestire l’emergenza coronavirus. Il Trasporto ferroviario Trenord è macelleria di Regione Lombardia: ancora corse tagliate. Ora basta, perché i pendolari, che sono lavoratori e studenti, non meritano di essere sempre trattati come l’ultima ruota del carro, carro che proprio loro trainano ogni giorno”, conclude Verni.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127