EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Germignaga | 6 Settembre 2020

Germignaga, la Pro Loco scrive al sindaco Fazio: “Serve coordinamento tra gli enti”

Il presidente Ballardin auspica maggior collaborazione e confronto con l'amministrazione sia nella programmazione eventi sia per gli aiuti economici all'associazione

Tempo medio di lettura: 3 minuti

Riceviamo e pubblichiamo una lettera aperta indirizzata al sindaco di Germignaga, Marco Fazio, da parte del presidente della Pro Loco del paese, Roberto Ballardin e inviata anche alla nostra redazione.

Tema della missiva, a quanto si legge nell’oggetto della comunicazione, è il ruolo dell’ente Pro Loco e i suoi rapporti con l’amministrazione comunale. A tal proposito, Ballardin sottolinea alcune delle difficoltà determinate dalla mancata comunicazione tra le due realtà, che hanno portato alla sovrapposizione di alcuni eventi organizzati nel corso dell’estate e hanno creato problemi anche nella stesura di una programmazione, dovuti anche alla scarsità di risorse economiche disponibili.

La richiesta del presidente della Pro Loco appare quindi, principalmente, quella di poter collaborare in maniera più proficua con l’amministrazione comunale del paese, con un confronto continuo che consenta anche una maggiore valorizzazione delle attività dell’associazione.

Di seguito riportiamo la versione integrale del messaggio.

Egregio Signor Sindaco, il consiglio d’amministrazione della Pro Loco riunito mercoledì 2 settembre ha espresso all’unanimità alcune considerazioni sui rapporti tra l’associazione e l’amministrazione comunale. L’occasione della riflessione è scaturita dalla classica goccia in più.

Come già anticipato dal mio colloquio telefonico con Lei, i consiglieri hanno appreso con grande sorpresa l’evento organizzato dal Comune e dall’associazione commercianti per il fine settimana del 5/6 settembre e 18/19/20 settembre. La sorpresa deriva dal fatto che lo si è appreso da un volantino affisso per le vie del paese non prima di martedì 1 settembre, che annunciava alcuni eventi che si sarebbero tenuti a Germignaga.

Sia ben inteso non è intenzione della Pro Loco mettere in discussione eventi organizzati dal Comune o da altri soggetti. Ogni manifestazione che promuova le attività in paese è per noi un valore aggiunto, tra l’altro previsto nel nostro statuto e nei nostri programmi; certo sconcertano i tempi e l’assenza di informazione che permetta un minimo di coordinamento tra i diversi enti.

Ricordiamo infatti che nel mese di maggio, la Pro Loco aveva inviato a tutte le associazioni di Germignaga e all’amministrazione una richiesta di segnalazione di programmi, eventi o manifestazioni in previsione per l’estate 2020. Questo allo scopo di pubblicarle sul depliant/programma e magari favorendone la non sovrapposizione nelle date. La realtà dei fatti ci indica che il risultato di questa programmazione non dà i risultati che ci si propone! Alcune manifestazioni vengono organizzate, con l’assenso anche del Comune senza rientrare nella programmazione che predisposta dalla Pro Loco. Intendiamoci bene, non pretendiamo di mettere veti o impedimenti ad alcuno di organizzare eventi, e gli esempi sono ormai molti e stigmatizzati anche da parecchi cittadini.

Gli stessi addobbi diffusi per le vie del centro (alcuni di dubbio gusto), posti da alcuni commercianti del paese con il tacito assenso del comune e senza il minimo coinvolgimento della Pro Loco. La manifestazione “Jazz in Maggiore”, la festa in via Baracca nella serata del 14 agosto in sovrapposizione e concomitanza con il FerrAgosto Germignaghese organizzato dalla Pro Loco, sono solo alcuni esempi di fatti che non aiutano certo il ruolo della nostra associazione.

Pur nella nostra limitatezza, cerchiamo di svolgere il nostro ruolo con volontà di coinvolgimento del Comune, delle associazioni e dei commercianti (Associazione “La Campagna”, Canottieri, “Marciatori alto Verbano”, Protezione Civile, GIM, solo per citarne alcune), a volte con anche risultati eccellenti (vedi le luminarie natalizie, la manifestazione “Se brusa ul vecc”, la “Stracamagnada”, dove il coinvolgimento di varie associazioni permette una programmazione e una organizzazione che dà ottimi risultati).

È con questo spirito che vorremmo continuare la nostra attività, ma siamo convinti, che l’amministrazione comunale, debba mettere un po’ più del suo peso nel valorizzare la Pro Loco e renderla più autorevole e credibile nel ruolo di organizzatrice, ed eventuale coordinatrice degli eventi che promuovono il turismo culturale, enogastronomico, sportivo e religioso. Non possiamo essere considerati validi interlocutori solo quando necessitano contributi e aiuti nella fornitura di materiali o nella esecuzioni di lavori di manuali inderogabili (montaggio e smontaggio tendone, pulizia e sistemazione struttura al Boschetto, fornitura materiali ad altre associazioni ecc).

Anche l’aspetto economico ha una sua importanza, la Pro Loco ha tra i suoi presupposti il parziale autofinanziamento, ma non sempre è possibile e per tale motivo si rivolge alla pubblica amministrazione, chiedendo dei contributi alle sue attività. Anche qui registriamo delle disattenzioni che non facilitano il nostro compito, organizzare eventi con un minimo di programmazione senza conoscere le risorse a disposizione, diventa difficile e precario. D’altro canto non ci pare che le dimensioni dei contributi comunale destinati alle attività della Pro Loco, siano di grandi dimensioni se paragonati a Comuni limitrofi. Noi ci aspettiamo una informazione tempestiva su quantità e tempi di erogazione dei determinanti contributi, soprattutto in questo anno cosi difficoltoso! Ad oggi non conosciamo ancora l’entità e i tempi di erogazione del finanziamento 2020. Nell’attesa di cortese riscontro porgo distinti saluti.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127