EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Agra | 31 Agosto 2020

Una via per Jole Antonini ad Agra: “Ha reso vivo e dinamico il borgo con la cultura”

"Non c'è opera che non parli di lei" nel piccolo paese della Val Dumentina. Da qui la richiesta al sindaco di intitolarle una via nel centenario della sua nascita

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Una via dedicata a Jole Antonini nella sua Agra: questa la richiesta inviata al sindaco del piccolo borgo della Val Dumentina, Luca Baglioni da Elisabetta Donegani Rossi.

Dal momento che il prossimo anno ricorrerà il centenario della sua nascita, l’auspicio è che l’amministrazione comunale – che ha già intitolato due vie del paese ad altre due figure femminili importanti per il territorio locale e nazionale, Beatrice Bonaita e Maria Montessori – possa cogliere l’occasione per omaggiare con la dedica di una terza via a una donna che ha “da sempre reso vivo e dinamico il suo borgo” con molteplici iniziative.

Proprio a Jole Antonini si deve l’invenzione della tanto amata “Festa della Zucca”.

Di seguito riportiamo la versione integrale della missiva che è stata recapitata al sindaco di Agra.

Agra, questo piccolo, ma rispettoso e gentile paese, ideale per passeggiate serene ed istruttive, vanta fra le sue vie due dedicate ad importanti figure femminili: Maria Montessori e Beatrice Bonaita. Non è cosa da poco, perché ad esempio nella vicina Luino non ricordo di aver visto nessuna strada intitolata a una donna.

Maria Montessori non necessita di alcuna presentazione, Beatrice Bonaita è stata una generosa benefattrice locale. Ad Agra però si viene accolti anche dal sorriso intelligente ed aperto di un’altra grande donna. Non c’è opera che non parli di lei, la sua presenza accompagna con garbo visitatori e residenti nella ricerca della cultura e delle radici di questo bel paese.

Jole Antonini, da sempre ha reso vivo e dinamico il suo borgo, creando un centro culturale che ha promosso molteplici iniziative: mostre, corsi di pittura per adulti e bambini, momenti musicali, estemporanee di pittura. Ha inoltre collaborato attivamente al rifacimento del monumento ai Caduti, al restauro del santuario della Lupera, al ripristino dell’affresco del Mosè, sull’erta salita verso la chiesa del Carmine.

Ha pubblicato due volumi sulla storia di Agra, Dumenza, Runo, Stivigliano e Cossano, un volume sui santuari mariani minori della nostra zona e per anni è stata corrispondente del settimanale LUCE, prezioso faro sulle manifestazioni e sulle problematiche della popolazione della Val Dumentina. È stata altresì la prima presidente dell’AVULSS, un’associazione di volontariato che ha posto solide fondamenta nel territorio.

Inoltre ha inventato la «Festa della zucca» che ancor oggi nel mese di ottobre richiama numerosissimi visitatori al punto di dover predisporre un servizio navetta che funziona ininterrottamente per tutta la giornata. È proprio durante quest’ultima manifestazione che si sente amorevole e protettiva la presenza di Jole.

Credo che sarebbe giusto dedicare una terza via a lei. Nel 2021 ricorre il centenario della sua nascita, sarebbe bello se nel corso del prossimo anno l’Amministrazione comunale di Agra deliberasse una tale intitolazione.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127