EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Caravate | 5 Agosto 2020

Caravate, continuano gli esercizi spirituali al convento dei Passionisti

Dal 16 al 22 agosto un'altra settimana di esercizi, mentre il 23 arriverà l'icona celebrativa del Giubileo Passionista. Da settembre in Comunità presenti anche novizi

Tempo medio di lettura: 3 minuti

(articolo a cura di Sandra Torretta e Giulia Carrillo) La “Casa di esercizi” della Comunità Passionista di Caravate ha ripreso l’attività formativa dopo i mesi di stop causa covid, dando la possibilità di vivere nel silenzio e immersi nella natura un periodo più o meno lungo alla ricerca di sé.

Ma che cosa sono gli esercizi spirituali? A cosa servono? È un tempo da dedicare all’ascolto meditato della Parola di Dio, dandole modo di depositarsi nel profondo del proprio cuore, perché faccia da concime a ciò che ancora non è fiorito, o per rinvigorire ciò che vi è già nato, rimettendo in marcia il cuore che cerca il nutrimento indispensabile per la vita, quella famigliarità con Cristo che rende ogni accadimento della nostra giornata un dono del Signore.

Quest’anno gli esercizi della prima settimana di luglio, predicati da padre Marcello Finazzi, vice superiore della Casa, vertevano sui capitoli 14 e 15 del Vangelo di Giovanni, dal tono molto intimo e profondo, sia per le tematiche trattate legate all’addio, sia per lo stretto ed esclusivo colloquio tra il Maestro e i suoi discepoli. Gesù sta per compiere la sua completa consegna agli uomini, il suo atto d’amore più grande, e pensa a chi dovrà vivere e metabolizzare questo suo gesto incomprensibile: i suoi amici, i suoi discepoli, chi l’ha seguito pur non capendo fino in fondo le sue Parole.

“Non sia turbato il vostro cuore…” Sembra un padre che sistema il patrimonio prima di andarsene, seduto sul letto, pensando al bisogno di ciascuno, consolando chi rimarrà, dando gli ultimi consigli ai propri cari, chiarendo questioni rimaste in sospeso, cercando di dare pace a quegli uomini che a breve resteranno delusi, inebetiti, soli, sgomenti, pieni di paura, disillusi, sconcertati, disorientati… E anche noi oggi siamo in questo stato! Non è cambiato nulla. Il Vangelo continua a parlare al nostro presente se lo sappiamo ascoltare.

Queste settimane di silenzio, meditazione e condivisione, non vengono vissute come un distacco dalle proprie realtà, ma il nostro quotidiano viene portato qui dentro e riletto alla luce della Parola.

Giornate scandite da momenti di preghiera: lodi, eucarestia, adorazione, vespri, rosario serale in cortile o nel meraviglioso parco, alternati a momenti di lectio, meditazione e silenzio. Ovviamente anche i pasti sono vissuti in atmosfera di silenzio, con sottofondo musicale; non sono, però, mancati i momenti di condivisione, in cui ciascuno di noi ha potuto esprimere le proprie domande, i frutti della contemplazione e della meditazione personale, le proprie intuizioni sul testo proposto. Un vero laboratorio di crescita umana e cristiana.

In agosto altre due proposte: da lunedì 3 a giovedì 6 esercizi spirituali per tutti tenuti da padre Marcello Finazzi e da domenica 16 a sabato 22 una settimana, sempre aperta a tutti, su “Il mistero dell’iniquità: l’inquinamento della creazione”, predicati da padre Attilio Fabris.

Agosto ci sorprenderà anche con l’arrivo domenica 23 dell’icona “scritta” appositamente per il Giubileo Passionista. Si celebrano infatti i trecento anni dalla fondazione della congregazione da parte di S. Paolo della Croce. Sarà una giornata-evento straordinaria con veglia di preghiera e varie iniziative in cui ci si interrogherà sul “Sogno di Dio”: la nostra salvezza!

E dulcis in fundo, da settembre il convento diventerà noviziato! Avremo alcuni ragazzi che per un anno faranno formazione per approfondire il carisma di S. Paolo della Croce. Una novità che ci ha sorpresi e commossi. Avere dei giovani che hanno detto “eccomi” alla chiamata passionista sarà anche per noi laici un’opportunità di crescita, un arricchimento, linfa nuova tramite la quale sentirci a nostra volta spinti ad un rinnovato “sì” al Signore.

Altre settimane, altre esperienze simili si vivono dai frati passionisti a Caravate. Lo spazio c’è, manca solo il tuo: “Sia!”.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127