Varese | 1 Agosto 2020

Covid, il grazie della Provincia di Varese ai gruppi e alle associazioni di Protezione civile

Attestati di ringraziamento per disponibilità, solidarietà e lavoro svolto consegnati ai volontari impegnati durante le settimane di pandemia

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Con una cerimonia sobria ma molto sentita, la Provincia di Varese ha ringraziato giovedì sera i volontari di Protezione Civile che hanno operato nell’ambito dell’emergenza Covid e in occasione del maltempo che a giugno ha colpito il territorio.

Ai gruppi comunali e alle associazioni di volontariato del territorio sono stati consegnati degli attestati di ringraziamento “per la disponibilità, la solidarietà e il lavoro svolto, segno della preziosa efficienza e professionalità acquisita dal sistema di Protezione Civile della Provincia di Varese”.

Solo due, in rappresentanza di tutti gli altri e nel rispetto delle norme di sicurezza, il gruppo comunale di Venegono Inferiore e l’associazione di Protezione Civile Calluna di Lonate Pozzolo, sono stati premiati dal presidente Emanuele Antonelli, dal prefetto Dario Caputo e dai consiglieri Alberto Barcaro, Alessandro Fagioli, Simone Longhin e Mattia Premazzi.

A fare gli onori di casa il consigliere delegato alla protezione civile Barcaro: “la nostra riconoscenza è infinita: avete dato un supporto straordinario al territorio, senza mai tirarvi indietro, dimostrando una disponibilità commovente, a 360 gradi, per dare tutte le risposte di cui la popolazione aveva bisogno”, ha detto molto emozionato, ricordando anche alcune delle responsabilità affidate ai volontari durante il lockdown, come la misurazione della temperatura ai visitatori degli ospedali, le attività all’aeroporto di Malpensa, la consegna dei dispositivi di protezione ai medici di base e alla popolazione. Il consigliere ha anche messo in evidenza  la risposta più che tempestiva arrivata dai volontari in occasione del nubifragio del 7 giugno: “era domenica, dalle 12 i sindaci hanno cominciato a telefonare per chiedere aiuto per i paesi allagati e le frane, alle 14, grazie all’attivazione della centrale operativa,  eravate già tutti pronti a operare”.

“Ciò che vi resterà nel cuore è l’intima soddisfazione per il dovere che avete compiuto per il bene dei vostri concittadini” ha commentato il prefetto, ricordando i meriti del suo predecessore Enrico Ricci, destinato a Bergamo proprio nei giorni dell’emergenza.

Meritereste molto, ma molto di più, di questo piccolo segno, voi siete volontari e quindi meritereste un grazie ancora più grande perché dedicate il vostro tempo libero al bene comune – ha detto Antonelli -.  Svolgete i vostri compiti con una passione invidiabile, che tutti dovrebbero imitare.  Purtroppo abbiamo sempre bisogno di voi, ma spero in futuro di incontrarvi solo nelle occasioni  di festa, quando vigilate sugli eventi perché tutto vada bene. Vedervi al lavoro tira fuori più di una lacrima: con voi ci sentiamo al sicuro e ci affidiamo totalmente alla vostra professionalità, continuate sempre così e grazie, grazie di esistere”.

Il presidente non ha dimenticato di ringraziare e di chiedere un applauso per il consigliere Barcaro, che ha anche partecipato al corso per diventare volontario: “è uno di voi, è sempre disponibile a tutte le ore, con una grandissima passione per il suo incarico”.

La serata si è conclusa con una sorpresa: la presentazione del nuovo logo della colonna mobile della Provincia di Varese, che mostra il segno internazionale della Protezione Civile, oltre al logo della Provincia, al centro, e a quello della Regione. Il tutto compreso in un cerchio tricolore.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127