Luino | 30 Giugno 2020

Luino, è Chiara Gatti la nuova direttrice artistica di Palazzo Verbania

L'incarico alla critica d'arte, che ha seguito il progetto culturale del nuovo "ex Kursal", prevede programmazione, progettazione artistica e realizzazione di eventi

Tempo medio di lettura: 3 minuti

Sarà una delle menti collocate dietro ai primi passi compiuti da Palazzo Verbania nella vita culturale della città di Luino, a definire il calendario di appuntamenti che l’ex Kursaal offrirà al pubblico locale, ai visitatori e ai turisti da qui alla fine dell’anno.

La dottoressa Chiara Gatti è stata nominata formalmente nuova direttrice artistica della struttura a partire dal primo aprile scorso, ma solo ora con l’estate che ha da poco preso il via – e con la progressiva riapertura dei musei, seppur con il coinvolgimento di un numero limitato di persone per tenere fede alle normative anti Covid – la programmazione di nuovi eventi può davvero entrare nel vivo.

Il legame tra Chiara Gatti – quarantasei anni, critica d’arte – e Palazzo Verbania, affonda le radici come detto nell’allestimento della veste culturale con cui l’edificio liberty con terrazza sul lago, sito in viale Dante, si è presentato ai luinesi all’inaugurazione dello scorso maggio. Le stanze dedicate a Piero Chiara e Vittorio Sereni – con l’identità poetica e letteraria dei due scrittori ricostruita integralmente per mezzo delle opere e dei cimeli, tra manoscritti e macchine da scrivere -, la mostra “Terrazze” dedicata all’artista lacustre Franco Rognoni, gli affreschi e le installazioni che hanno restituito centralità all’atmosfera di un tempo, quando all’inizio del secolo scorso il progetto dell’architetto Giuseppe Petrolo si apprestava a dare il via, con il Kursaal, alla rivoluzione urbanistica della città e alla nascita di un nuovo punto di riferimento per la sua vita sociale.

Un lavoro ambizioso e meticoloso – condiviso con lo storico Federico Crimi e con l’architetto Patrizia Buzzi – premiato dal bagno di folla del primo giorno nella nuova vita del Kursaal, e oggi dalla decisione dell’amministrazione comunale luinese di affidare a Gatti la direzione di Palazzo Verbania per i prossimi nove mesi, a partire da questi giorni, con un contratto dall’importo di 16mila euro per la realizzazione di iniziative.

“Palazzo Verbania è un sito culturale talmente importante da non poter fare a meno di professionalità altamente qualificate per una adeguata programmazione delle sue attività – commenta il sindaco Andrea Pellicini -. Chiara Gatti, critica d’arte di valore nazionale, è una scelta di grande prestigio. Porta con sé la tradizione derivante dall’essere nata e cresciuta a Luino con l’esperienza maturata nei più importanti musei italiani ed europei. Per Luino è una scelta di prim’ordine che mi convince del percorso intrapreso: non si sbaglia mai quando si punta sul merito”.

“Riapriamo l’11 luglio Palazzo Verbania con una mostra storica – afferma Chiara Gatti -, dedicata al grande scultore Angelo Bozzola maestro del MAC (Movimento Arte Concreta, ndr). Si tratta di sei quintali di ferro e acciaio corten degli anni ’50 che dialogano con il paesaggio. Il programma che abbiamo studiato insieme alla giunta comunale è di alta qualità e fino a Pasqua dell’anno prossimo organizzeremo una serie di mostre in parte per valorizzare gli archivi di Sereni e Chiara e altre riservate a nomi importanti dell’arte moderna”.

Chiara Gatti, storica e critica d’arte, è stata docente di Storia dell’arte contemporanea presso l’università dell’Insubria. Ha collaborato con la direzione del Museo d’arte di Mendrisio e collabora tutt’ora con La Repubblica, firmando approfondimenti inseriti nelle pagine culturali del quotidiano, in quelle dell’allegato del weekend Robinson (dedicato interamente alla cultura) e per il settimanale “Il Venerdì”. Ha curato testi e mostre monografiche dedicati, tra gli altri, all’opera di Manet, Amisani, Wildt, Boccioni, Mirò. Marini, Melotti, Ferroni, Pericoli, Della Torre, Spinoccia e Bergomi. Partecipa in qualità di membro della giuria a prestigiosi premi d’arte, come ad esempio il Premio Segantini, il Premio Profilo d’Arte, l’Asolo Art Film Festival, e redige cataloghi per giovani artisti.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127