EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Cuveglio | 19 Giugno 2020

A Cuveglio nasce un coworking per tutta la Valcuvia

Il progetto del Comune intende valorizzare lavoratori e micro-imprenditori offrendo spazi di coworking "vicino casa" per migliorare qualità dei tempi di vita-lavoro

Tempo medio di lettura: 3 minuti

L’amministrazione comunale di Cuveglio, nell’ambito delle attività tese a ricercare soluzioni nuove per incentivare e rilanciare le realtà lavorative locali e per trattenere le intelligenze, le competenze e le imprenditorialità del territorio, ha predisposto un progetto denominato “Coworking – Patchworking Valcuvia”.

Lo sviluppo e la definizione di questo programma è coinciso con un bando di Regione Lombardia e ATS Insubria, relativo alla Conciliazione Vita Lavoro: “Politiche di conciliazione dei tempi di vita con i tempi lavorativi: approvazione linee guida per la definizione dei piani territoriali 2020-2030” al quale il Comune ha partecipato. Dopo una valutazione positiva da parte del Comitato per la Programmazione Monitoraggio e Valutazione di Regione Lombardia e di ATS Insubria, l’iniziativa è stata ammessa al finanziamento.

Il progetto prende spunto dall’analisi del contesto lavorativo della Valcuvia, caratterizzato dalla presenza di aziende di rilievo, ma anche da un forte pendolarismo che dimostra come l’offerta territoriale non sia sufficiente a colmare la richiesta di impiego.

La ridefinizione dei luoghi di lavoro tradizionali e lo sviluppo mediato dalle nuove tecnologie informatiche, se da un lato possono creare difficoltà, dall’altro possono invitare a cogliere le opportunità generate da tali cambiamenti.

Ciò ha posto al centro della riflessione il doppio tema da cui prende il nome la proposta: il patchworking, ovvero la conciliazione lavoro-casa, e il coworking, la ricerca e lo sviluppo di nuovi metodi di lavoro e professionalità. A partire da questo, è emersa la necessità di immaginare soluzioni che consentano di coniugare le esigenze dei lavoratori sia dal punto di vista professionale sia da quello personale e familiare.

Il progetto ideato dall’amministrazione di Cuveglio, che si pone come ente capofila, è rivolto a lavoratori dipendenti in smartworking, autonomi e micro-imprenditori per i quali il coworking può rappresentare una soluzione capace di facilitare e migliorare la gestione e la qualità dei tempi vita-lavoro.

L’assegnazione delle postazioni per la durata di 12 mesi (eventualmente prorogabili) avverrà nello spazio che sarà realizzato nella filiale della UBI di Cuvio dismessa da qualche anno.

Un’apposita Commissione di Valutazione vaglierà le candidature che dovranno essere presentate tramite la compilazione della modulistica predisposta, reperibile negli allegati del bando (scaricabile cliccando qui) rivolto espressamente a: lavoratori e lavoratrici residenti in Valcuvia, liberi professionisti o piccoli imprenditori con sede legale e/o operativa nel territorio, persone fuori dal mondo del lavoro che intendono avviare lavoro autonomo o attività imprenditoriale.

Le finalità del progetto sono: favorire l’avvicinamento a modalità di lavoro smart da parte di singoli e aziende; ridurre i tempi di spostamento dei lavoratori dipendenti; testare l’efficacia del lavoro agile all’interno di un ambiente ibrido come il coworking, condiviso e flessibile; stimolare attività micro-imprenditoriali; supportare le imprese/attività imprenditoriali presenti offrendo servizi specializzati; dare evidenza degli impatti in termini di benessere e produttività e, sulla scorta dei risultati, progettare nuove modalità di lavoro smart in maniera costante e strutturata.

In fase di elaborazione, il progetto è stato condiviso con la Comunità Montana “Valli del Verbano”, riscuotendo l’immediato interesse da parte dell’Ente. Allo stesso modo, il Comune di Cuvio ha subito condiviso e supportato l’idea, così come l’UBI Banca, alla quale è stato chiesto di concedere in comodato gratuito i locali d’agenzia siti proprio a Cuvio da adibire a sede delle attività. L’azienda Eolo, inoltre, tramite il suo terminale commerciale sul territorio, si è resa disponibile a dare supporto per quanto riguarda le necessità hardware, software e internet.

Sono in corso ulteriori contatti con le associazioni di Confcommercio e Coldiretti, anche loro disponibili a sostenere il progetto.

Dal momento che tale iniziativa può avere una valenza sovracomunale, è stata proposta anche a tutti i Comuni confinanti con Cuveglio, con la richiesta di una condivisione e una partecipazione attiva nel coinvolgimento di imprenditori e associazioni.

Ulteriori informazioni e chiarimenti relativi al progetto possono essere richieste inviando una mail all’indirizzo info@comune.cuveglio.va.it specificando nell’oggetto “Progetto Coworking Valcuvia”.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127