Castelveccana | 18 Giugno 2020

Caldè, bivaccano con tende e sacchi a pelo alle Fornaci: denunciati 21 ragazzi

I giovani fermati dai Carabinieri provenivano dall'Alto Milanese. Incontro con il sindaco Pezza: "Necessario aumento di controlli e messa in sicurezza dell'area"

Tempo medio di lettura: < 1 minuto

Nella mattinata di lunedì 15 giugno, i Carabinieri della stazione di Castelveccana hanno effettuato un controllo nell’area delle fornaci di Caldè fermando ben 21 ragazzi che sono stati denunciati per occupazione abusiva di suolo privato.

Si tratta, per la maggior parte, di giovani tra i venti e i ventidue anni e di sei minorenni, tutti provenienti dalla zona dell’Alto Milanese (Legnano, Busto Arsizio, Saronno), molto probabilmente amici o giunti in loco dopo essersi dati appuntamento tramite i social.

I militari dell’Arma, oltre ad aver constatato la rottura del lucchetto del cancello e i fori praticati nella rete laterale per creare un passaggio, hanno rinvenuto tende, sacchi a pelo e resti di bottiglie che testimoniano come il gruppo di ragazzi abbia bivaccatodurante lo scorso fine settimana.

Si ripresenta, perciò, l’annoso problema dell’accesso non autorizzato alle Fornaci, un’area privata che appartiene a una società con sede a Roma (Santa Veronica srl), per affrontare il quale si rende sempre più necessario un aumento dei controlli e della vigilanza.

A questo scopo, nella giornata di martedì si è tenuto anche un incontro con il sindaco di Castelveccana, Luciano Pezza. Il primo cittadino ha già provveduto a far installare dei cartelli nella parte dell’area di pertinenza comunale, ma l’intento è anche quello di sollecitare i proprietari affinché si adoperino per effettuare gli interventi necessari a mettere in sicurezza la zona di loro competenza.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127