EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Milano | 16 Maggio 2020

Coronavirus, ok richieste Regione: in Lombardia riaprono bar, ristoranti e parrucchieri

Ok alla proposta su un documento delle Regioni in vista delle riaperture da lunedì. Dal 3 giugno probabile riaperture delle dogane. Ecco tutte le misure dettagliate

Tempo medio di lettura: 2 minuti

“Una buona notizia, il premier Conte ha recepito le linee guida delle Regioni. Un passo avanti decisivo e importante per arrivare finalmente lunedì alla riapertura di una serie di attività produttive. Adotteremo provvedimenti che garantiranno la ‘ripartenza’ in sicurezza di ristoranti, bar, parrucchieri e altre attività in Lombardia e nel resto d’Italia. Tutti lo dovranno fare utilizzando il buon senso e rispettando le regole per garantire la salute pubblica”.

A dirlo ieri sera è stato il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, al termine del confronto con il Governo, mentre trapelava anche la volontà di riaprire le frontiere italiane dal 3 giugno, permettendo gli arrivi dai paesi dell’Unione Europea senza quarantena. Sarà tutto inserito nel decreto in arrivo entro oggi.

“Siamo riusciti a elaborare e a produrre un documento unitario delle Regioni. Un risultato che è il frutto della proposta che avevo lanciato nella giornata di oggi a tutti i governatori e che si è dunque concretizzata in vista delle riaperture di lunedì, quando alcune nuove attività produttive potranno ripartire con linee guida condivise“.

Lo dice il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, in vista della nuova riunione in programma questa sera tra le Regioni e il Governo. “La Lombardia – spiega Fontana – conferma la volontà di voler riaprire le attività previste per il 18 maggio: ciò avverrà nel rispetto della sicurezza sanitaria”, prosegue Fontana. “Sono certo che sia i cittadini, sia gli operatori dei vari settori sapranno comportarsi in modo responsabile e nel rispetto delle regole” conclude il presidente di Regione.

Per consultare l’intero documento, che delinea schede tematiche rispetto a ristorazione, attività turistiche (balneazione), strutture ricettive, servizi alla persona (parrucchieri ed estetisti), commercio al dettaglio, commercio al dettaglio su aree pubbliche (mercati, fiere e mercatini degli hobbisti), uffici aperti al pubblico, piscine, palestre, manutenzione del verde, musei, archivi e biblioteche, cliccare qui.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127