Società | 12 Maggio 2020

Lavorazioni e rifiniture del legno: l’importanza della pialla filo spessore

Questo tipo di pialla consente di ottenere un pezzo di legno, o meglio un asse, dove i due piani risultino perfettamente paralleli in base allo spessore deciso prima

Tempo medio di lettura: 3 minuti

La lavorazione del legno richiede l’uso di appositi strumenti professionali, che permettono di ottenere forme regolari e perfettamente piane e finiture di massima precisione. Uno degli attrezzi classici per lavorare il legno è la pialla che, pur essendo normalmente utilizzata dai professionisti, rappresenta uno strumento molto importante anche per chi ama il bricolage, e soprattutto per chi ha la passione per i lavori di falegnameria.

A cosa serve una pialla a filo spessore

Questo tipo di pialla consente di ottenere un pezzo di legno, o meglio un asse, dove i due piani risultino perfettamente paralleli in base allo spessore deciso preventivamente. È ideale, come si è detto, per i professionisti, ma anche per chiunque desideri raggiungere la massima precisione, sia pure a livello amatoriale.

Utilizzare una pialla filo spessore non è molto difficile: è necessario impostare lo spessore e sistemare il pezzo di legno sul piano della macchina, lasciando che venga trascinata dallo strumento.

Esistono diversi modelli di pialla, destinati a contesti differenti, dai lavori di falegnameria a livello industriale, fino all’hobbistica: la pialla filo spessore viene usata più spesso dove sono necessarie finiture più accurate. Per scegliere una pialla filo spessore adatta al tipo di lavoro da svolgere, e al risultato che si desidera ottenere, occorre tenere conto delle sue caratteristiche tecniche e di alcuni elementi particolari.

Le dimensioni della macchina e l’ingombro

Verificare le dimensioni della pialla è molto importante, al fine di capire se si disponga di spazio sufficiente. Per chi lavora in un box, o addirittura in un piccolo spazio ricavato in casa, è necessario acquistare un modello compatto e poco ingombrante.

Al contrario, per chi avesse a disposizione un laboratorio abbastanza ampio, o per un professionista che usa questo strumento in cantiere, è possibile anche orientarsi verso un attrezzo di maggiori dimensioni.

Un altro elemento da considerare riguarda le caratteristiche del legno che si intende lavorare, richiedendo di conseguenza un attrezzo di maggiori o minori dimensioni. Le pialle a filo spessore permettono di impostare sia lo spessore che la lunghezza del legno da lavorare, tuttavia potrebbe non essere sufficiente, considerando che la possibilità di variazione è di pochi centimetri.

Anche il rumore, soprattutto per chi utilizza la pialla in un contesto abitato, potrebbe costituire un criterio per la scelta dello strumento ideale.

È importante anche considerare il risultato da ottenere: realizzare piccole assi di legno da impiegare in un lavoro di bricolage non richiede certo lo stesso strumento utile per preparare le travi destinate ad un cantiere o le parti di un elemento di arredo.

Valutare la potenza della pialla a filo spessore

La potenza è un’altra caratteristica da prendere in considerazione per la scelta dello strumento ideale. Per le operazioni più semplici, come lo sono appunto i lavori di bricolage e l’hobbistica in genere, è sufficiente uno strumento di potenza limitata, ad esclusione di chi utilizza legname piuttosto duro ed è solito realizzare progetti impegnativi.

Negli ambienti professionali è invece necessaria una pialla a filo spessore più potente e in grado di offrire maggiori performance.

Pialla a filo spessore o pialla a filo

In base al contesto e al tipo di lavoro da svolgere si potrà poi decidere se acquistare una semplice pialla a filo o una piallatrice a filo spessore.

La pialla a filo è un attrezzo relativamente facile da utilizzare e adatto anche in un contesto domestico. È costituita da un piano di lavoro sul quale passa il pezzo di legno da piallare, sotto al quale si trova la lama.

La piallatrice a filo spessore è una macchina in grado di lavorare con maggiore precisione ed è indicata nelle situazioni in cui sia necessario prestare più attenzione alle finiture. Le lame sono disposte in modo tale da permettere di operare sia nella parte superiore del pezzo di legno che in quella inferiore. Questo tipo di attrezzo consente di ottenere risultati perfetti, impossibili da realizzare, ad esempio, con una classica pialla a mano.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127