EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Luino | 6 Maggio 2020

In centinaia per il ritorno del mercato di Luino, si fa sentire la mancanza dei turisti

Tanti gli avventori che hanno fatto acquisti ai banchi di generi alimentari quest'oggi, ma è evidente che senza turisti i guadagni dipendono dai luinesi

Tempo medio di lettura: 3 minuti

A poco a poco, questa mattina, sotto un bel sole quasi estivo, tante persone hanno deciso di uscire di casa e mettersi in coda, dall’ingresso di via Vittorio Veneto, per entrare all’interno dell’area ex Svit e del parcheggio antistante “Piazza Italia” e ritornare a fare acquisti al mercato di Luino che, in forma ridotta, ha riaperto i battenti con i soli generi alimentari, ad oltre un mese di distanza dalla sospensione disposta dalle istituzioni.

Un’atmosfera calda e accogliente in cui i cittadini, finalmente sorridenti, hanno potuto trascorrere qualche ora spensieratamente passeggiando tra i banchi e acquistando formaggi, salumi, frutta e verdura. Una quarantina in totale i banchi presenti a disposizione dei clienti che, ottanta per volta, sono stati fatti entrare, grazie al lavoro degli agenti della Polizia locale e dei volontari Protezione civile di Luino.

Ai cittadini, all’ingresso, è stata provata la temperatura corporea tramite termoscanner, grazie all’ausilio degli operatori della SOS Tre Valli, che hanno autorizzato l’entrata dei clienti solo dopo aver appurato che nessuno avesse la febbre. Disteso e sereno il clima, ma a mancare sono senza dubbio i turisti stranieri, vera fonte di guadagno per gli ambulanti.

“È una lenta ripartenza – commenta Vittorio Bernardo, uno dei rappresentanti degli ambulanti -. Sicuramente gli affari non sono soddisfacenti, ma è già qualcosa essere presenti oggi qui a Luino. Per qualcuno sicuramente è andata bene, ma per altri non è facile lavorare in questo momento, anche se ci rendiamo conto che non si possa fare altrimenti”.

Una piccola rinascita per la nostra comunità è quella di oggi – commenta il sindaco di Luino, Andrea Pellicini, presente tra le bancarelle questa mattina -. Ci rendiamo conto che la situazione non è ottimale, ma accogliere oggi il mercato significa che stiamo ripartendo lentamente, soprattutto in una bella giornata con questo sole. Fondamentale è che tutti seguano le misure di sicurezza e che rispettino le distanze, perchè il virus è ancora intorno a noi. Stiamo lavorando ora per capire come gestire il ritorno di tutti gli ambulanti, oltre ai generi alimentari, a partire dal 18 maggio. Non sarà facile, ma in base alle disposizioni che Governo e Regione indicheranno, cercheremo di rispondere alle loro esigenze”.

Dello stesso avviso anche il presidente Ascom Luino, Franco Vitella: “Questo è un segnale importante per il nostro paese, anche se le condizioni non sono ottimali. Una lenta ripartenza che ci permette di poter analizzare questi primi giorni di ‘Fase 2’. Come associazione di categoria stiamo cercando di agevolare i nostri associati, e la nostra priorità è quella di dare un sostegno ed un aiuto concreto per le loro attività in questo momento”.

Alcuni commercianti ambulanti di abbigliamento, come Michele e Cesare, invece hanno grandi perplessità sul loro futuro, visto che gli ampi spazi previsti per garantire la sicurezza ed evitare la diffusione del virus non permetteranno di mantenere lo stesso numero di banchi presenti prima dell’inizio della pandemia. I due, inoltre, hanno voluto sottolineare le incongruenze legate alle decisioni a livello governativo.

“Non riusciamo a capire il perché all’interno delle corsie dei supermercati si trovano numerose persone mentre qui al mercato, con questi spazi aperti, l’ingresso è contingentato – commentano i due ambulanti -. C’è qualcosa che non va. Dal punto di vista economico, invece, il Governo deve darci liquidità, i nostri figli mangiano ogni giorno. Siamo pronti a ripartire, seguendo tutte le misure, ma dobbiamo essere agevolati e qualcosa deve cambiare”.

Cauto ottimismo, tra le persone che hanno effettuato acquisti. “Luino vive di mercato – commenta un signore -, e vedere le bancarelle oggi ci dà segni di speranza dopo questo periodo davvero difficile. Sicuramente non è facile ripartire, ma dobbiamo crederci, seguendo tutte le indicazioni e le misure di sicurezza. Il peggio sembra alle nostre spalle”.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127