Cassano Valcuvia | 30 Aprile 2020

Coronavirus, il bel dono della Comunità Islamica Valcuvia per le Valli del Verbano

4mila euro raccolti dalla realtà religiosa locale, grazie al contributo di una quarantina di persone. Il presidente Et Thami: "Un piccolo gesto per un aiuto concreto"

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Il sacrificio e le rinunce alla base del Ramadan, iniziato lo scorso 24 aprile, sono indubbiamente accentuati dalla situazione di isolamento attuale, che più in generale accomuna tutti i fedeli a causa dell’impraticabilità dei luoghi di culto.

Dalle difficoltà del momento, però, l’Associazione Comunità Islamica Valcuvia ha individuato un’inedita quanto inattesa fonte di ispirazione per dare vita ad un nuovo obiettivo, poi pienamente raggiunto: quello di aiutare una comunità in cui i membri del gruppo sono perfettamente inseriti, e della quale si sentono a tutti gli effetti pieni rappresentanti.

“Abbiamo pensato a qualcosa di concreto, nel nostro piccolo, per far sentire a Cassano Valcuvia e a tutto il territorio che anche noi, in un contesto così difficile, ci siamo e abbiamo voglia di aiutare il prossimo“, spiega Et Thami Semri, presidente dell’associazione che al momento ha sede presso il suo domicilio, ma che una volta superata l’emergenza, potrà contare su un più ampio punto di ritrovo, individuato mettendo insieme i risparmi dei fedeli proprio a Cassano Valcuvia, dove le pratiche per il trasferimento del centro culturale si sono fermate a causa della pandemia.

Ma un’altra raccolta fondi ha preso il via, all’interno dell’associazione, nelle ultime settimane. E’ quella a cui si riferiscono le parole di Semri sopra riportate. Si è conclusa davanti ad un budget di quattromila euro che Semri, gli altri fedeli e le persone nella sua rete di contatti, circa una quarantina, hanno deciso di donare ai concittadini in difficoltà, nell’ambito dell’emergenza coronavirus.

“Ci siamo confrontati con il sindaco di Cassano, Serena Barea, con la quale abbiamo un ottimo rapporto – prosegue Semri – che ci ha consigliato di destinare le risorse non tanto al paese (attualmente tra i meno colpiti dell’alto Varesotto, ndr) quanto alla Comunità Montana Valli del Verbano e al presidente Simone Castoldi, per raggiungere un numero più alto di famiglie e rendere l’aiuto economico davvero efficace”.

L’ente unirà i soldi accumulati a quelli già presenti in un apposito fondo per la lotta al Covid-19. “Quando ho parlato con mio figlio del progetto – sottolinea in conclusione Et Thami Semri – lui mi ha detto che si trattava di una buona cosa, trasmettendomi quella sicurezza di cui avevo bisogno. Questo nemico è invisibile ma noi ci siamo e speriamo che questi soldi possano servire per fare fronte alle situazioni più complicate. Ci auguriamo che altre associazioni come la nostra, in tutta la provincia di Varese, possano dare il loro contributo”.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127