EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Castelveccana | 30 Aprile 2020

Coronavirus, Castelveccana abbraccia il primo guarito

L'ex paziente è stato dimesso dall'ospedale di Cuasso, mentre in paese parte la consegna dei materiali scolastici rimasti in aula. Pezza: "Non abbassiamo la guardia"

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Negli uffici comunali è intenso il lavoro che da qui alla fine della settimana porterà gli amministratori a fare chiarezza su tutti gli accorgimenti che, dalla mattinata di lunedì, 4 maggio, disciplineranno il ritorno ad una parziale normalità – lavorativa e relazionale – per milioni di italiani.

Sotto la lente dei sindaci e dei rispettivi staff ci sono gli articoli del nuovo Dpcm, con tutte le direttive in parte anticipate dal premier Conte nei giorni scorsi, oggetto di dibattito e di studio anche a Castelveccana. – tra i paesi meno colpiti dal Covid-19 nell’alto Varesotto – dove il primo cittadino Luciano Pezza, a distanza di dieci giorni dall’ultimo “bollettino”, torna a rivolgersi alla comunità per fare il punto della situazione.

A fronte delle precedenti quattro diagnosi di positività, e purtroppo di due decessi, quello di una donna di 90 anni e quello di un uomo di 83, per il paese lacustre arrivano anche le buone notizie, veicolo di speranza e stimolo per guardare con ottimismo verso la cosiddetta “Fase 2” della pandemia.

“Il primo concittadino risultato positivo al coronavirus è stato finalmente dimesso dall’ospedale di Cuasso dove era stato ricoverato – fa sapere il sindaco Pezza -. I due tamponi di controllo eseguiti hanno infatti fornito un riscontro negativo e quindi, dopo essere stato dichiarato guarito, è finalmente potuto rientrare nella sua abitazione. A lui ed ai suoi familiari un affettuoso saluto da parte di tutta l’amministrazione comunale”.

Nessuno sviluppo, invece, per quanto concerne il caso dell’altra persona di Castelveccana positiva al virus, la quale si trova all’interno della Rsa di Laveno Mombello. Le novità però non sono finite e una seconda notizia di conforto, per tante famiglie, riguarda scuole locali e studenti.

Grazie al coordinamento tra il Comune di Castelveccana, l’istituto comprensivo di Germignaga, il sindaco di Germignaga, quello di Porto Valtravaglia, i carabinieri e la Polizia locale, nonché i volontari della Protezione civile del gruppo intercomunale, è partita questa mattina la distribuzione casa per casa dei libri e dei materiali appartenenti agli alunni delle scuole elementari, rimasti all’interno delle aule dal giorno della chiusura.

Le consegne si concluderanno entro sabato, con esclusione della giornata di domani, venerdì 1 maggio. “Naturalmente il mio ringraziamento per questa operazione, che auspico possa essere ben accolta da genitori e studenti – sottolinea ancora il sindaco Pezza – ai colleghi Marco Fazio ed Ermes Colombaroli, ai rappresentanti dei genitori per la loro disponibilità a collaborare e, naturalmente ai volontari del gruppo di Protezione civile della Valtravaglia, sempre pronti ad intervenire per poter supportare le esigenze della popolazione e del territorio in questo difficile momento”.

L’ultimo cenno del primo cittadino riguarda il consueto appello alla responsabilità di tutti, per nulla scontato e anzi, ancor più determinante in vista dei cambiamenti attesi con l’inizio della settimana: “Il virus è ancora ben presente – conclude Pezza – ed i numeri che ogni giorno appaiono sui media, seppur mostrino un andamento ottimistico, non permettono ancora di abbassare la guardia“.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127