Castelveccana | 17 Aprile 2020

Un’altra barca a vela alla deriva a Caldè, recuperata dalla Motovedetta dei carabinieri

L'episodio è avvenuto ieri pomeriggio, quando i militari dell'Arma della Motovedetta CC271, si sono accorti della barca al largo. Rintracciato il proprietario

Tempo medio di lettura: < 1 minuto

Ieri pomeriggio, giovedì 16 aprile, nel corso del pattugliamento sulle acque del lago Maggiore, poco dopo Caldè, frazione di Castelveccana, la Motovedetta CC271 dei carabinieri di stanza a Luino ha soccorso un’imbarcazione alla deriva.

Si trattava di una barca a vela che la corrente aveva portato al largo assieme alla boa a cui era ancorata. Probabilmente a causa della corrente, la base a cui era fissata la boa si è staccata dal fondo portando la barca a seguire la corrente.

Dagli accertamenti è emerso che si tratta di un’imbarcazione di proprietà di un tedesco. È stata quindi rimorchiata fino al vicino porto di Caldè e fatta nuovamente ancorare al fondale lacustre. Il proprietario è stato poi rintracciato dai Carabinieri.

Si tratta del secondo episodio di questo tipo nel giro di tre giorni. Nella giornata di martedì, infatti, sempre a Castelveccana, era stato necessario l’intervento dei vigili del fuoco del distaccamento di Luino per recuperare un’altra barca a vela alla deriva.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127