EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Roma | 11 Marzo 2020

Nasce “Solidarietà digitale”, dal Governo un supporto innovativo per l’Italia

Un’iniziativa del Ministro Paola Pisano per ridurre l’impatto sociale ed economico nelle aree soggette a restrizioni grazie a servizi innovativi

Tempo medio di lettura: 2 minuti

“Digitale e innovazione possono infatti rappresentare, se utilizzate nel modo giusto, risorse preziose per migliorare la vita a cittadini e imprese. Oggi l’Italia è chiamata ad affrontare un momento di emergenza sanitaria, per contrastare la diffusione del Coronavirus, che sta incidendo notevolmente sulla vita di decine di migliaia di persone che si trovano nelle aree sottoposte a restrizioni. Anche in questo contesto difficile, l’innovazione può dare il suo contributo, se non a ritrovare la normalità forzatamente perduta, almeno a trovare una quotidianità diversa nella quale non dover rinunciare a lavorare, a informarsi, a fare la spesa, alla propria socialità e, specie per i più piccoli, al gioco, alla formazione, all’istruzione” queste le parole di Paola Pisano, Ministro per l’Innovazione tecnologica e la Digitalizzazione.

Partendo da questi presupposti nasce Solidarietà Digitale, l’iniziativa, promossa dal Ministro con il supporto tecnico di AgID (Agenzia per l’Italia Digitale), che ha appunto l’obiettivo di ridurre l’impatto sociale ed economico nelle aree soggette a restrizioni a causa del Coronavirus, rendendo disponibili gratuitamente a cittadini e imprese una serie di servizi.

I tre servizi principali che vogliono essere resi disponibili ai cittadini sono: lavorare da remoto, attraverso connettività rapida e gratuita e l’utilizzo di piattaforme di smart working avanzate; leggere gratuitamente un giornale o un libro, anche senza andare in edicola o in libreria, sul proprio smartphone o tablet; restare al passo con i percorsi scolastici e di formazione, grazie a piattaforme di e-learning, come proposto dal MIUR.

L’elenco dei servizi è consultabile online sul sito dedicato Solidarietà Digitale. Le soluzioni sono messe a disposizione da imprese, privati e associazioni e sono rivolte a tutti coloro che risiedono nelle aree rosse colpite dal contagio del Covid-19.

Già diverse aziende hanno aderito all’iniziativa e qualsiasi altra potrà unirsi rendendo fruibili gratuitamente i propri servizi internet ai cittadini delle zone rosse. Per aderire basta scrivere una mail a repubblicadigitale@teamdigitale.governo.it fornendo le informazioni richieste.

Grazie all’azione di coordinamento di AgID inoltre, i 5 Identity Provider che forniscono le modalità di riconoscimento via webcam a pagamento, hanno messo a disposizione tale modalità in forma gratuita (aggiungendosi agli IDP che già forniscono questo servizio) per gli utenti che si trovano nelle zone rosse.

L’obiettivo è facilitare le persone che si trovano in quarantena a fruire online dei servizi della PA e dei privati aderenti attraverso SPID. Oltre al riconoscimento via webcam, gli utenti possono richiedere SPID gratuitamente se sono già in possesso di firma digitale, carta d’identità elettronica (CIE) o carta nazionale dei servizi (CNS).

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127