Roma | 5 Marzo 2020

“Piattaforma montagna”, Uncem invia ai sindaci una serie di proposte per il governo

L'ente richiede di sottoscrivere il documento da varare in Giunta o in Consiglio comunale, oltre che nelle Unioni montane di Comuni e Comunità montane

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Uncem condivide la “Piattaforma per la costruzione di politiche nazionali integrate per la montagna, le aree rurali e interne dell’Italia”. Un articolato documento che Uncem ha già chiesto ai Sindaci di varare in Giunta o in Consiglio comunale, oltre che nelle Unioni montane di Comuni e Comunità montane.

Uno strumento di lavoro che l’Associazione propone anche a imprese, terzo settore, datoriali, associazioni, mondo accademico, ai sindacati, a tutte le istituzioni. Una Piattaforma implementabile che riprende e rilancia i contenuti degli Stati generali della Montagna (che si sono svolti a Roma il 31 gennaio 2020 e che proseguiranno con una serie di incontri territoriali, anche tematici, promossi dal Ministero degli Affari regionali e delle Autonomie) e a seguito dell’importante dibattito sul tema montagna che si è tenuto alla Camera dei Deputati il 27 gennaio 2020, con l’approvazione all’unanimità di una serie di mozioni.

I contenuti della Piattaforma, già contenuti nelle mozioni in Parlamento, devono trovare seguito negli atti che verranno approvati e nella piena attuazione di norme già vigenti che riguardano i Comuni, i territori, la montagna, l’ambiente e le sfide che aspettano Uncem per riorganizzare servizi e sviluppo locale.

La Piattaforma è strumento per il lavoro con i Parlamentari, con il Ministro per gli Affari regionali e le Autonomie Francesco Boccia, con il Ministro per la Coesione Giuseppe Provenzano, con chi si occupa di questi temi in Parlamento, come il Consigliere del Governo per la Montagna Enrico Borghi, il Presidente Ugo Parolo e i membri dell’Intergruppo parlamentare per lo Sviluppo della Montagna.

Molti punti sono stati già fatti propri dall’Aula di Montecitorio e dal Governo: la spinta di Uncem deve permettere veloce attuazione e concretezza delle molteplici misure che contiene, a partire da fiscalità differenziata e da un Pon, un “Programma operativo nazionale” dotato di risorse, a valere sulla programmazione comunitaria 21-27, rivolto ad aree montane, rurali e interne del Paese.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127