EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Luino | 6 Febbraio 2020

Animale investito a Luino: “Una settimana di segnalazioni, quando interviene il Comune?”

A raccontarlo una cittadina luinese che da giorni ha avvistato e segnalato al Comune il cadavere di un tasso lungo la strada provinciale tra Creva e Cremenaga

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Un cadavere di un animale, certamente investito, lasciato da una settimana sul ciglio della strada nonostante plurime segnalazioni al Comune di Luino. A raccontarlo è una cittadina luinese, frontaliera, che da giorni andando e tornando dal lavoro, vede l’animale sul bordo della strada provinciale che costeggia il bacino della diga di Creva e collega Luino a Cremenaga.

La donna, passati due giorni dall’iniziale avvistamento del cadavere, martedì 28 gennaio ha cercato di contattare il Comune per segnalarne la presenza, in modo che questo potesse procedere alla rimozione. La situazione però, nonostante le diverse segnalazioni non si è smossa, tanto che ieri, mercoledì 5 febbraio, l’animale era ancora a lato strada.

“Ho chiamato gli uffici del Comune ben quattro volte in una settimana. Inizialmente ho chiamato la Polizia Locale, non sapendo a chi rivolgermi: la prima volta mi hanno passato l’ufficio competente e ho indicato il punto in cui si trovava il cadavere. Dopo aver visto che nessuno era passato a rimuoverlo, ho richiamato nuovamente la Polizia Locale e mi è stato detto che ‘di certo non è responsabilità dei vigili un animale morto’… al che ho chiesto di spiegarmi allora chi dovessi chiamare, e sono stata rimandata all’Ufficio Manutenzioni, e il personale mi ha risposto quindi che avrebbe mandato qualcuno”, spiega l’abitante luinese.

“Di nuovo, tornando dal lavoro, ho controllato se effettivamente l’animale fosse stato rimosso, ma niente da fare: era ancora lì. Ho richiamato, una volta non ha risposto nessuno e l’ultima mi hanno di nuovo chiesto di spiegare dove si trovasse il cadavere”, prosegue la segnalazione.

Ieri al ritorno dal lavoro, fermando l’auto in una zona sicura, la donna si è avvicinata per verificare di che animale si trattasse e scattare le foto allegate all’articolo, e il cadavere è risultato essere di un tasso: “In questo caso si tratta di un animale selvatico, ma sarebbe anche potuto essere un cane o un gatto, e se lo fosse stato magari ci sarebbero stati anche dei proprietari in pensiero e alla sua ricerca. Possibile che in più di una settimana non ci sia del personale disponibile per la rimozione del corpo, anche solo per questioni igieniche, se non di rispetto per l’animale stesso?”, conclude la cittadina.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127