EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Varese | 5 Febbraio 2020

Soccorso Alpino, il bilancio del 2019 in provincia di Varese

Gli interventi della Stazione di Varese CNSAS - XIX Lariana sono stati in tutto 29, fondamentale nel 2019 anche l'attività di supporto alla comunità di Monteviasco

Tempo medio di lettura: 2 minuti

A poche settimane dalla conclusione del 2019 è tempo di bilancio su un anno di attività del Soccorso Alpino CNSAS. Nella Provincia di Varese, in 29 occasioni la centrale operativa 118SOREU dei Laghi ha richiesto l’intervento dei tecnici, un dato in media con gli anni passati e che conferma un forte impegno per una organizzazione che a livello locale conta mediamente trenta volontari.

Nello specifico, in sei occasioni si è intervenuti per perdita dell’orientamento di persone in ambiente impervio, mentre in altre nove situazioni si è trattato di interventi di soccorso a persona. A conferma di un andamento in costante crescita a livello nazionale, sono aumentati gli interventi per ricerca di persona scomparsa che per il nostro territorio sono stati ben 14.

In questa analisi dei dati c’è un dato interessante che emerge: in 24 interventi su 29 il Soccorso Alpino di Varese ha raggiunto il paziente con propri medici o infermieri, offrendo quindi un’immediata assistenza sanitaria specializzata in ambiente impervio. Ciò è reso possibile dalla disponibilità di diversi operatori sanitari professionisti che affiancano i tecnici, anch’essi comunque in grado di gestire situazioni sanitarie di emergenza grazie a un costante programma di formazione e aggiornamento realizzato in collaborazione con AREU.

Oltre alle statistiche, c’è anche un’altra attività del CNSAS che merita di essere descritta. Le cronache dei giornali locali ci ricordano che da oltre un anno Monteviasco è raggiungibile solo a piedi, per i ben noti problemi a seguito di un tragico incidente. Proprio in questo ambito il Soccorso Alpino di Varese ha condotto varie attività: nei primissimi giorni successivi al fatto, d’intesa con la AAT-Varese è stato portato a Monteviasco materiale tecnico e sanitario, mentre successivamente tecnici e sanitari hanno più volte raggiunto la frazione verificando esigenze e condizioni sanitarie di alcuni abitanti.

Queste ultime attività confermano la varietà della tipologia degli interventi che, ormai, sono distribuiti in tutti i dodici mesi dell’anno e interessano cercatori di funghi, escursionisti, biker, abitanti dei luoghi o altre situazioni di pericolo.

Per poter garantire questo servizio alla collettività il Soccorso Alpino di Varese sta mettendo in campo tutte le proprie risorse, ma è anche alla ricerca di nuove leve funzionali per crescere e migliorare ulteriormente. Per candidarsi (è necessario praticare attività alpinistica arrampicata, misto e scialpinismo) basta contattare la Stazione di Varese del CNSAS attraverso la mail varese@sasl.it.

 

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127