Luino | 5 Febbraio 2020

Germignaga e Castelveccana, gli studenti delle medie “lettori responsabili” per il Giorno della Memoria

Gli alunni hanno incontrato Ilaria Mattioni, autrice del romanzo "Stelle di panno", incentrato sul tema delle leggi razziali. Tanti gli spunti raccolti

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Per la Giornata della Memoria gli alunni della scuola media “Vittorio Sereni” di Germignaga, e quelli della “Giovanni XXIII” di Castelveccana, hanno incontrato la scrittrice Ilaria Mattioni, che nel 2017 ha dato alle stampe il libro “Stelle di panno“, edito da Lapis.

L’evento, nato dalla collaborazione con la biblioteca comunale di Germignaga e con la libreria itinerante di “Fabiolandia”, è nato con l’intento da una parte di avvicinare gli studenti alla lettura attraverso opere che, messa da parte la fatica dello studio, rappresentano un’occasione di crescita e di prezioso approfondimento; dall’altra, docenti e organizzatori hanno messo al centro il tema della formazione di una coscienza civile, sensibilizzando le nuove generazioni su temi storici fondamentali e sulle tragiche conseguenze di politiche basate sul pregiudizio e sulla discriminazione.

Il libro presentato, già protagonista negli ultimi anni di altri incontri sul territorio luinese, racconta la storia di due adolescenti, compagni di classe: Carla è cattolica, Liliana è ebrea (agli studenti non è sfuggito l’omaggio della scrittrice a Liliana Segre). Vivono negli anni terribili delle leggi razziali, della discriminazione prima e della persecuzione poi.

Quella di “Stelle di panno” è la storia di un’amicizia messa a dura prova dalle tragiche vicende del tempo, dal conformismo imposto dalla dittatura che l’autrice è riuscita a ben rappresentare con puntuali richiami alla cultura dell’epoca e agli eventi storici.

Ilaria Mattioli ha poi mostrato al suo pubblico alcune immagini della propaganda fascista legate all’educazione e all’indottrinamento dei giovani da parte dell’Opera nazionale Balilla. Alla domanda degli studenti, “perché hai scritto questo libro?” l’autrice ha risposto dichiarando il fascino per il periodo storico ma anche la speranza di contribuire alla riflessione su quanto è importante non lasciarsi plagiare da chi ci circonda, dalle mode e da certe correnti di pensiero. “Occorre sempre riflettere e ragionare, studiando e informandosi, per non cedere a pregiudizi e condizionamenti”: questo il messaggio.

Personaggi e luoghi del romanzo hanno stimolato la curiosità degli alunni nelle battute conclusive dell’incontro, riservate alle domande, dedicate in parte anche al “mestiere dello scrittore” e alle dinamiche con cui viene dato alla luce un libro. Tanti gli spunti raccolti, per un’esperienza che tutti i partecipanti vorranno sicuramente ripetere in futuro.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127