Cremenaga | 25 Gennaio 2020

Cremenaga, lo scrittore Raimondo Orrù presenta “Sentiero tortuoso”

Alle 18, presso il salone multiuso, l'incontro con i lettori. Il libro, edito da Macchione, tratta delle difficoltà della vita e della forza con cui superarle

Tempo medio di lettura: 2 minuti

(Fonte L’eco del Varesotto) Appuntamento con la cultura per il tardo pomeriggio di oggi, sabato 25 gennaio, a Cremenaga. Presso il salone multiuso di via Vittorio Veneto 1, al primo piano, sarà ospite lo scrittore Raimondo Orrù, che a partire dalle 18 presenterà il libro “Percorso tortuoso – dalla Sardegna a Lavena Ponte Tresa“, edito da Macchione.

Trama (da books.google.it). Questa è una vera e propria storiaccia, non è un romanzo, tantomeno il frutto di una fantasia bizzarra. Si tratta di una serie di vicende talmente assurde che potrebbero apparire inverosimili, ma l’autore giura che si tratta della sacrosanta verità. Le racconta poiché spera che possano essere di conforto a chi, suo malgrado, sta vivendo un momentaccio. La vita, per quanti ostacoli ci riservi, merita sempre di essere vissuta, usando le difficoltà come stimolo per dimostrare a noi stessi che abbiamo la forza e la determinazione necessaria per superare tutte le situazioni; soprattutto scoprendo che quando si epnsa che non ci sia una via d’uscita, magicamente ci soccorrono energie nascoste che non si immaginava di possedere. Sono annidate dentro di noi, e quando meno te lo aspetti… arrivano!

Raimondo Orrù nasce a San Gavino Monreale (Cagliari) nel 1943. Conclusa la scuola dell’obbligo, entra nel mondo del lavoro a tredici anni, prestando servizio come barista a Carbonia. Poco più che sedicenne parte alla volta dell’Olanda, dove trova occupazione presso il Consolato Generale d’Italia a Rotterdam. Rientra in Italia per la chiamata al servizio militare, e congedato dalla mansione di motociclista addetto alla scorta delle colonne militari, nel 1963, trova lavoro in un’azienda di prodotti cementiferi.

Passa poi alle dipendenze di una ditta di orologeria in Canton Ticino e si trasferisce a Lavena Ponte Tresa. La sua vita subisce una svolta improvvisa il 14 settembre 1972, quando Orrù è vittima di un efferato attentato dinamitardo che lo riduce in fin di vita, e lo costringe a sette mesi di riabilitazione tra ospedali e terapie. La vita riprende con il matrimonio e la nascita del primo figlio (ne avrà poi un secondo), ma anche con l’impegno politico (entra a far parte del direttivo del PCI) e con i traguardi raggiunti in campo professionale: nel 1976 diventa membro del consiglio d’amministrazione della Coop Unione di Lavena Ponte Tresa, e in seguito ne diventa il presidente.

Nel 2001 gravi problemi di salute lo conducono alla disabilità permanente. Da allora Raimondo Ortù si dedica ai libri, diventati la sua più grande passione. Dalla quale è poi nato l’amore per la scrittura. Ulteriori dettagli sul sito www.raimondoorru.it.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127