Germignaga | 16 Gennaio 2020

Germignaga, più sicurezza e decoro urbano nell’area delle scuole

Contatti già avviati con la direzione scolastica, spiega l'assessore Corbellini, visti i disagi all'uscita da scuola. Queste ipotesi sono al vaglio dell'amministrazione

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Sono due i temi caldi sul tavolo dell’assessorato alla Viabilità e alla Polizia locale del Comune di Germignaga, entrambi frutto di segnalazioni portate all’attenzione dell’ente dai cittadini, in particolare nelle ultime settimane.

Problemi di natura diversa ma entrambi legati ad un unico scenario, quello di via Cazzane, dove in prossimità delle scuole elementari ha origine l’ingorgo quotidiano delle auto ferme all’uscita da scuola degli studenti. A raccontarlo è l’assessore Giovanni Corbellini, che tramite un post apparso su Facebook informa inoltre i residenti delle misure fino a qui messe in campo dal comune, allo scopo di vederci più chiaro e poter agire risolvere il disagio.

La prima mossa compiuta in questo senso, si apprende dal lungo messaggio affidato alle pagine del social network, corrisponde alla scelta di osservare lo spostamento dei veicoli attorno all’edificio durante l’orario di punta, quello della fine delle lezioni, e documentarsi sulla provenienza dei veicoli stessi.

Così, dall’osservazione, è emerso che complessivamente i parcheggi, nel raggio di ottanta metri dalla struttura, sono trentaquattro. “Sono state poi censite le auto parcheggiate fuori dagli spazi – prosegue l’assessore nel post – che sono risultate essere quarantaquattro, spalmate su via Filzi, via Cazzane, via Leopardi e via Carducci”. Auto successivamente identificate per provenienza, con quelle “germignaghesi” che ammontano a diciannove unità (il 43% del totale), a loro volta suddivise in due categorie nell’ambito di questa meticolosa analisi: auto legate ad una “criticità viabilistica“, interessate da una distanza casa/scuola di oltre un chilometro (sette su diciannove), e quelle invece non soggette alla criticità (le rimanenti dodici), rispetto alle quali la distanza dall’abitazione non supera i seicento metri.

“Dal combinato di questi fattori – spiega Corbellini – si può evincere, in prima battuta, come le quarantaquattro auto ‘fuori posto’, depurate da quelle dei residenti di Germignaga  ‘senza criticità viabilistica’ portino ad un numero di trentadue auto che potrebbero trovare posto nei trentaquattro regolari parcheggi censiti, a condizione ovviamente che questi risultino non occupati da altri utenti“.

C’è quindi un’altra condizione da rispettare affinché il problema possa essere superato, ovvero “consentire il parcheggio del personale nel cortile retrostante il palazzo scolastico ed impostare sui trentaquattro parcheggi di via Filzi la zona disco”, modificando inoltre il punto di uscita degli alunni dall’istituto, per ovvie ragioni di sicurezza: “Non più dal già citato cortile verso via Cazzane, ma direttamente dalle aperture lato via Filzi/ferrovia. Su questo lato – sottolinea l’assessore Corbellini – esistono aree di attesa per i genitori di superfici sostanzialmente equivalenti a quella dell’area tutt’ora utilizzata a tale scopo”.

Oltre la suggestione o il semplice punto di vista, ci sono i contatti già presi dall’amministrazione con la Direzione didattica della scuola, ed un nuovo incontro si svolgerà con l’inizio del prossimo mese per continuare a definire il percorso dell’intervento, in vista del prossimo anno scolastico.

Da via Cazzane, però, non è tutto perché, come raccontato per altri paesi del territorio – l’ultimo in ordine cronologico è Castelveccana – anche Germignaga soffre dell’inciviltà e della noncuranza di pochi per quanto concerne l’abbandono di deiezioni canine sulla pubblica via. Da una parte l’assessore ipotizza una significativa modifica all’ordinanza che obbliga alla raccolta delle feci, imponendo anche di portare con sé il materiale per la rimozione degli escrementi.

“Esistono però altre strade – conclude Corbellini – quali campagne di educazione ed un più stringente controllo e presenza sul territorio, di fatto oggi impensabile con un solo vigile presente a tempo pieno“. Un secondo dipendente si rivelerebbe inoltre, senza dubbio, risorsa preziosa anche per la questione parcheggi fuori dalle elementari.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127