Luino | 11 Gennaio 2020

Promozione: per il Basket Verbano inizio da incubo, Castronno passeggia al PalaMenotti

Il 47-71 finale è un punteggio troppo generoso per il Verbano, che non ha retto l'urto della seconda in classifica. Settimana prossima sfida con la capolista

Tempo medio di lettura: 2 minuti

(Omar Valentini) Il nuovo anno inizia nel peggiore dei modi per il Basket Verbano, che cede senza combattere contro la forte Castronno, seconda forza del campionato di Promozione. Per i luinesi, orfani di Hernandez, Ferlin e Manfrè, non ci sono possibilità di reggere l’urto di una delle favorite alla promozione nella divisione superiore, che con la propria freschezza atletica e un bel gioco corale ha vita facile sin dalle prime battute.

La partita infatti si riassume in quanto accaduto nel primo quarto di gioco: il Verbano inizia anche con buon piglio, sfruttando la solita buona vena di Viganò che da solo tiene botta contro i lunghi avversari. Castronno trova subito due conclusioni a segno dall’arco, ma la boma di Valentini vale il -2 (10-12 al 5’) e sembra poter dare energia ai padroni di casa. Ma la reazione del Verbano si rivela un fuoco di paglia, e in un amen Castronno mette a segno un parziale devastante con quattro bombe consecutive che indirizza irrimediabilmente la gara (12-26 al 10’).

Il secondo quarto è un’autentica via crucis, con i bianco blu che non segnano per quasi 7 minuti, concedendo a Castronno percentuali stellari dall’arco e lasciando sul ferro punti comodi, anche in contropiede. Si va così al riposo sul 18-43, punteggio inequivocabile che non lascia spazio ad alibi di alcun genere.

La squadra di coach Tina prova a reagire nella seconda metà di gara, dando spazio anche ai giovani Badiali e Nosetti che si adoperano in difesa mettendo in campo la giusta energia. Il Verbano prova così a limare un po’ lo svantaggio, arrivando anche sotto i venti punti di distanza, ma senza mai dare la sensazione di poter riaprire la gara. Nemmeno il ricorso alla zona dà i frutti sperati: Castronno continua a bombardare da tre punti, con un Montani strepitoso (23 punti con 6 bombe) che domina la partita in lungo e in largo.

Il 47-71 finale è punteggio persino troppo generoso nei confronti del Verbano, che mostra la sua faccia peggiore e si approccia alla seconda parte di stagione con poca fiducia e con la sensazione che serva una scossa forte per rialzarsi e reagire, soprattutto considerando il ciclo di partite terribili alle porte.

Settimana prossima infatti i luinesi ospiteranno la prima della classe Laveno-Valcuvia, per un derby che ha un pronostico decisamente scontato. Per il Verbano il tempo a disposizione è decisamente finito, e i giocatori sono chiamati a dare sul campo la dimostrazione di voler cambiare rotta una volta per tutte.

Basket Verbano – Pallacanestro Castronno 47-71 (12-26, 18-43, 34-60)

Basket Verbano: Negri D. 6, Valentini 5, Nosetti, Badiali, Negri L. 6, Melli 4, Fossali 2, Sangiovanni S., Vavassori, Sangiovanni A. 5, Viganò 19. Allenatore: Gianluca Tina.

Pall. Castronno: Fisco 2, Carlesso 6, Carluccio, Fochi 2, Gamba 4, Tonani 10, Quamori Tanzi 6, Morazzoni 5, Gervasini 5, Barbiero 6, Montani 23.

Classifica: Laveno-Valcuvia pt. 22, Pall. Castronno e Borsano 18, Cuoricino Cardano 16, Daverio Rams, Montello, Origgio e Caronno Brewers 14, Draghi Gorlazy 12, Basket School Tradate e Basket Verbano 10, Basket Bosto, GBA Casorate e Oratorio Gemonio 6.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127