Varese | 15 Dicembre 2019

Università dell’Insubria, in arrivo un nuovo appuntamento con il fotografo Giorgio Lotti

Il fotografo terrà una lectio magistralis martedì 17 dicembre alle 15 al Padiglione Morselli, in via Ottorino Rossi 9 a Varese, dove è già in corso la sua mostra

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Giorgio Lotti in cattedra all’Università dell’Insubria: il grande fotografo si racconta agli studenti e al pubblico in una lectio magistralis martedì 17 dicembre alle 15 al Padiglione Morselli, in via Ottorino Rossi 9 a Varese, dove è in corso fino al 7 gennaio la sua mostra “Colore, colore, colore”.

Il nuovo evento si intitola “Giorgio Lotti oltre un milione di scatti: dal fotogiornalismo alle ricerche su arte, luce e colore” ed è un intreccio di immagini e commento in cui il maestro, tra aneddoti, ricordi e trucchi del mestiere, ripercorre le tappe della sua carriera: dai fondamentali anni di fotoreporter sino alle ultime ricerche di convergenza con l’arte.

Collaboratore dagli anni Cinquanta di importanti quotidiani e settimanali nazionali e internazionali come “Milano sera”, “La Notte”, “Il Mondo”, “Settimo giorno” e “Paris Match”, Lotti dal 1964 al 1997 ha fatto parte della redazione dello storico settimanale”Epoca” e poi dal 2002 ha collaborato con “Panorama”, immortalando personaggi di fama internazionale, dalla politica al mondo dello spettacolo, e testimoniando eventi di portata mondiale in oltre cinquant’anni di attività.

La lectio è promossa dal Crisac, Centro di ricerca sulla storia dell’arte contemporanea diretto da Andrea Spiriti, nell’ambito del dipartimento di Scienze umane e dell’innovazione per il territorio, in concomitanza con la mostra “Colore, colore, colore. 50 scatti di Giorgio Lotti tra natura, luce e astrazione cromatica”, curata da Massimiliano Ferrario e Laura Facchin e in corso al Padiglione Morselli fino al 7 gennaio, dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 19 ad eccezione della pausa festiva.

Le opere esposte, parte di due cicli tematici omogenei, “Luce e mare” e “Luce, colore, emozioni”, ben testimoniano la capacità di fare dialogare fotografia e pittura, conciliando le specificità in un tutt’uno armonico, sinestetico. Aprono e chiudono il percorso espositivo due fotografie che affiancano, al protagonismo delle cromie, la figura umana e la componente segnico-scrittoria. La prima è intitolata “La luce, il sole, l’uomo. Questa stupenda storia che è la luce”; nella seconda, un “Autoritratto”, campeggia la dicitura “Art. Fotografi Italiani”, omaggio alla grande fotografia artistica italiana di cui Lotti è stato ed è un assoluto protagonista.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127