Cuveglio | 14 Dicembre 2019

Cuveglio, Paglia chiarisce sui problemi idrici: “Da tempo al lavoro per risolvere le criticità”

Dopo le richieste della minoranza, il sindaco Paglia spiega la situazione e non si sottrae al confronto: lunedì 16 dicembre indetta riunione della Commissione

Tempo medio di lettura: 5 minuti

Negli scorsi giorni la minoranza “Cuveglio al Centro”, tramite una richiesta inviata da Maurizio Molinari e Matteo Castelli, in veste di componenti della “Commissione Lavori Pubblici, Urbanistica, viabilità, ecologia ed ambiente”, avevano chiesto un incontro straordinario all’amministrazione comunale per un confronto legato ai problemi idrici che riguardano la frazione di Cavona e di Cuveglio.

Molinari e Castelli avevano posto alcuni quesiti al sindaco Francesco Paglia che, chiamato a chiarire, non si è sottratto alla richiesta e attraverso un lungo comunicato stampa, in modo approfondito, risponde punto per punto alla domande della minoranza, parlando delle criticità e del piano studiato per risolverle.

“Scrivo questa nota per rispondere alle domande che la minoranza di ‘Cuveglio al Centro’ pone anche attraverso la stampa – esordisce il sindaco Francesco Paglia -, relative alla rete idrica del Comune di Cuveglio e per comunicare che, come richiesto, è stata convocata una riunione della Commissione Urbanistica per lunedì 16 dicembre alle ore 11 in Comune a Cuveglio, in modo da chiarire ogni dettaglio”.

Ecco la nota integrale inviata dal sindaco di Cuveglio Francesco Paglia.

Vorrei sottolineare quanto segue:

– Dal mese di giugno ci siamo attivati per produrre progetti e piani di intervento per risolvere un gran numero di problematiche che riguardano l’edilizia scolastica, le manutenzioni del verde, la manutenzione della rete fognaria, le problematicità della rete idrica, le fragilità geologiche, le manutenzioni stradali, il certificato prevenzione incendi della Sala Polivalente, la gestione del Poliambulatorio. Inoltre è stato avviato il processo per adottare il nuovo PGT e le molte attività poste in essere con le numerose associazioni del territorio. Tutte criticità, che negli anni passati non hanno trovato soluzione, alle quali ora stiamo dando le urgenti e doverose risposte.

– Le informazioni riguardanti le attività sopra elencate, tutte in fase di progetto, in corso di esecuzione o concluse, sono disponibili ed è possibile ottenerle chiedendo direttamente agli Uffici Comunali interessati. Non esistono segreti né tanto meno reticenze, massima trasparenza, siamo certi di lavorare in modo concreto, efficiente e fattivo per il bene del nostro paese. Il nostro agire non è sostenuto da traiettorie politiche, ma da una buona prassi tecnica concreta, prassi che sovente confligge con l’immediata visibilità.

– Tutti i chiarimenti ora richiesti dalla minoranza ‘Cuveglio al Centro’ sono relativi a situazioni già alla nostra attenzione, rispetto alle quali abbiamo più volte dato riscontro e notizie alla cittadinanza tramite incontri pubblici, stampa e social.

Detto questo colgo volentieri l’opportunità per fare nuovamente il punto della situazione relativamente alle problematicità riscontrate della rete idrica e delle attività in corso. Cercherò per brevità di schematizzare problemi attività e soluzioni.

CAVONA:

Calo pressione: si verifica solo quando c’è carenza d’acqua. Il fenomeno è particolarmente sentito in alcune case poste nella parte alta del paese, quasi allineate al bacino dell’acquedotto, quindi molto sensibili ai cali di riserve nel bacino.

Sospensione fornitura acqua: si è verificata e si potrà verificare solo per mancanza di acqua dalle fonti.

Numero episodi: gli episodi relativi alla carenza d’acqua si sono verificati nei mesi di settembre e ottobre 2019. Tutti costatiamo come le precipitazioni atmosferiche si siano estremizzate, tanta acqua in un breve periodo e lunghi periodi di siccità. Questa situazione genera una serie di criticità che vanno sempre più evidenziandosi.

Tempi di sospensione della fornitura idrica: a settembre e ottobre non ci sono state sospensioni totali della fornitura. L’acqua, sempre per motivi di siccità, è stata razionata seguendo i seguenti orari di erogazione: dalle ore 6 alle ore 9; dalle ore 12 alle ore 14; dalle ore 18 alle ore 21. Nei periodi di crisi idrica, per poter far fronte alle necessità della frazione di Cavona, si è attinta acqua, tramite una serie di bypass, dal pozzo di Cuveglio.

Analisi delle acque: vengono effettuate mensilmente, da ATS coordinata da Comunità Montana, in ottemperanza a quanto previsto dalla legge. Nel caso in cui venga comunicato esito negativo, diramiamo immediatamente ordinanza di utilizzo dell’acqua previo bollitura o di sospensione del servizio a secondo della circostanza.

La situazione: L’approvvigionamento idrico di Cavona riveste indubbia criticità, è da almeno 10 anni che si pone questo problema ma nulla è stato fatto in concreto. Da almeno 15 o 20 anni è stato studiato e individuato il luogo in cui escavare un nuovo pozzo, quello pilota è già stato fatto, che risolverebbe i problemi di approvvigionamento idrico, ma il progetto non era stato attivato.

Cosa stiamo facendo:

– Assiduo controllo del livello del bacino per intervenire tempestivamente, in caso di carenza d’acqua sorgiva, prelevando acqua dal pozzo di Cuveglio.
– E’ stata installata una nuova pompa di back up per il carico del bacino.
– Abbiamo proposto a ATO l’escavazione del nuovo pozzo e a tal fine organizzato alcuni incontri con la dott.ssa Arioli, dirigente ATO, per valutarne tempi e modi. Come da accordi intercorsi, il mese scorso, abbiamo inviato tutta la documentazione tecnica a nostre mani ai preposti uffici del Piano d’Ambito al fine di velocizzare al massimo la realizzazione dell’opera.
– Stiamo seguendo l’iter burocratico amministrativo.
– L’obiettivo di questa somma d’interventi è di rendere acqua al contatore, un a pressione di 2 atmosfere, senza interruzione del servizio.

VERGOBBIO:

Calo di pressione : si verifica in conseguenza alla formazione di aria nella rete di distribuzione. Da molti anni si esegue una manovra, anche due volte la settimana, per eliminare l’aria e dare corretta pressione alla rete.

Sospensione fornitura acqua : è stata sospesa per 36 ore nella sola zona Vignazze, a causa di un intervento tecnico e per la sostituzione della pompa effettuata nel mese di Novembre.

Numero episodi: trattandosi di interventi molto frequenti, sino a due volte la settimana, e non prevedibili negli anni, si sono verificati un gran numero di episodi che, seppur mediamente di non lunga durata, hanno rappresentato un grande disservizio in particolare alle abitazioni poste nella parte alta del paese quasi allineate con il bacino di raccolta delle acque.

Tempi di sospensione della fornitura idrica: nella gran parte della frazione di Vergobbio nessuna interruzione. Solo nella parte alta Marianne Vignazze si sono verificate una serie di episodi dovuti alle sopracitate anomalie funzionali della rete idrica.

Analisi delle acque: vengono effettuate mensilmente, da ATS coordinata da Comunità Montana, in ottemperanza a quanto previsto dalla legge. Nel caso in cui ci venga comunicato esito negativo, diramiamo immediatamente ordinanza di utilizzo dell’acqua previo bollitura, o di sospensione del servizio a secondo della circostanza.

La situazione: L’approvvigionamento idrico di Vergobbio non riveste particolari criticità. Le fonti per ora, danno un buon gettito d’acqua, anzi in molti periodi dell’anno una notevole quantità di acqua non viene utilizzata. In futuro dovremmo pensare ad un suo utilizzo. Da almeno 10 anni si pone invece il problema del mal funzionamento del sistema di distribuzione. Per risolvere questo problema negli anni passati si sono ipotizzate alcune soluzioni ma nulla era stato fatto in concreto per risolvere il problema in via definitiva.

Cosa stiamo facendo:

– Abbiamo interpellato un ingegnere idraulico, valutato diversi scenari d’azione, intrapreso alcune attività volte a comprendere le motivazioni alla base delle criticità. Alcune opere manutentive, pulizie dell’impianto sostituzione di alcune valvole e apparati ecc… sono state messe in atto nei mesi scorsi con scarsi risultati. L’ultimo intervento riguardante la sostituzione di una pompa di carico con una più performante ha dato esito positivo riequilibrando il sistema idrico. Essendo la situazione complessa continuiamo a monitorarla e, in ogni caso, non escludiamo altri miglioramenti dell’impianto sino alla completa risoluzione dei problemi ovvero la resa d’acqua ad ogni contatore, in via continuativa, alla pressione di 2 atmosfere.
– È stata installata una nuova pompa di back up per il carico del bacino.

Per quanto riguarda la bolletta dell’acqua, in sintesi, si può affermare che Il Comune di Cuveglio introita dalla bollettazione ordinaria il 15% in meno di quanto è necessario per la gestione dell’acquedotto, ovvero per le manutenzioni ordinarie e straordinarie, per il consumo dell’energia elettrica e per la depurazione delle acque.

Tutti i conteggi di dettaglio sono disponibili presso l’ufficio Comunale di ragioneria.

Il sindaco di Cuveglio, Francesco Paglia

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127