EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Origgio | 8 Dicembre 2019

Promozione: a Origgio si ferma la striscia del Basket Verbano

Una sconfitta, quella dei ragazzi di coach Tina venerdì in trasferta, che preoccupa più per l’approccio alla partita che per i due punti persi. Risultato finale 75-64

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Venerdì sera amaro per il Basket Verbano, che cede a Origgio per 75-64. Una sconfitta meritata per i luinesi, che hanno sofferto la maggiore intensità dei padroni di casa per tutti i quaranta minuti di gioco.

Il Verbano patisce le assenze del lungodegente Manfrè e di Ferlin, alle quali si aggiungono le defezioni dell’ultima ora di Badiali e Nosetti. I primi minuti risultano decisivi ai fini dell’epilogo: i padroni di casa entrano in campo con una motivazione nettamente superiore ai bianco blu, che si trovano subito ad inseguire. Un break di 10-0 con una pioggia di triple manda subito la Airoldi in fuga (14-4 al 4’), e coach Tina è costretto a ricorrere immediatamente al timeout per riordinare le idee.

Il Verbano nel primo tempo è quasi solo Viganò: il numero 34 ospite si carica la squadra sulle spalle, trova in Hernandez il solito partner ideale e il Verbano ritrova un po’ di energie, chiudendo il primo tempo con un parziale generoso (17-12 al 10’). Nel secondo periodo però gli ospiti tornano a mostrare i problemi di regia che sono stati spesso causa principale delle sconfitte di inizio anno: le dieci palle perse del solo primo tempo raccontano meglio di ogni altra cosa come Origgio riesca a scavare il solco che indirizza in maniera indelebile la contesa. Qualche errore difensivo aggrava la situazione, e il Verbano si trova in men che non si dica a -18 (37-19 al 16’). E’ ancora Viganò a salire in cattedra, e a siglare la tripla sulla sirena del primo tempo che ridà speranza ai luinesi (42-29 al 20’).

Il Verbano mostra sicuramente la sua faccia migliore della serata nel terzo quarto, quando una maggiore attenzione in difesa permette più volte di affacciarsi alla porta della Airoldi, rientrando anche fino a -7 (54-47 al 28’). Ma gli sforzi compiuti per rimontare il gap vengono continuamente vanificati da Origgio, che trova in Giannosso (15 punti) il terminale ideale nei momenti topici. E’ così che i luinesi perdono pian piano fiducia, oltre a dover fare a meno del giovane Fossali, fermato da un problema alla caviglia. La maggiore fluidità offensiva, con Diego Negri prolifico in penetrazione ad aggiungersi ai soliti due lunghi, permette al Verbano di provarci fino alla fine (63-55 al 35’), ma la Airoldi è sempre brava a tenere alta l’intensità e chiude con autorità sul 75-64.

Una sconfitta che preoccupa più per l’approccio alla partita che per i due punti persi: Origgio si è dimostrata squadra completa e matura a dispetto della giovane età media, e sicuramente la squadra dell’Altomilanese è destinata a risalire posizioni in classifica. Per il Verbano conta imparare dagli errori e recuperare uomini ed energie in vista del derby – questo sì, determinante – di venerdì prossimo contro Gemonio. 

Airoldi Origgio – Basket Verbano 75-64 (17-12, 42-29, 58-49)

Airoldi Origgio: Barroni 2, Zaffaroni 9, Gorni 4, Vangelista, Marinoni 12, Farrian, Bettini 8, Secchi 10, Banetti 13, Giannosso 15, Barroni, Eriforio 2. Allenatore: Christian Morelli.

Basket Verbano: Negri D. 10, Valentini 3, Negri L. 4, Melli, Fossali 2, Sangiovanni S. 2, Hernandez 26, Vavassori, Sangiovanni A., Viganò 17. Allenatore: Gianluca Tina.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127