Bedero-Masciago | 8 Dicembre 2019

“Niente paura”, inizia l’avvento anche nella comunità pastorale di Bedero e Masciago

Ogni sabato ed ogni domenica tante attività rivolte a tutti i fedeli, con l'obiettivo di percorrere insieme il cammino verso le festività natalizie

Tempo medio di lettura: 3 minuti

(articolo di Cesi Collo) “Niente paura” è il titolo che la comunità di Bedero e Masciago ha dato quest’anno al tempo di Avvento. In questo periodo di attesa vogliamo accogliere l’invito a non avere paura! Il primo appuntamento è stato per i ragazzi del catechismo venerdì 29 novembre, in oratorio, alle 16.30 per la preghiera di inizio Avvento.

Ogni domenica, a tutti i ragazzi e adulti presenti alla S. Messa, verrà consegnato un foglio con una riflessione ed una preghiera per ogni giorno della settimana: impareranno che attesa è “camminare nella luce e verso la luce”, “vivere nella speranza”, “annunciare il Vangelo” e “non avere paura”.

La domenica sera, solo nella chiesa di S. Ilario alle ore 18.00, si potrà partecipare alla celebrazione solenne del vespro di Avvento, a un pensiero di riflessione e alla benedizione eucaristica. Ieri sera, in oratorio alle ore 20.45, incontro di catechesi per gli adulti dal titolo: “Personaggi biblici”, che rappresentano la bellezza della vita di fede e possono così illuminare il nostro cammino di incontro con Cristo.

Ogni sabato pomeriggio, in S. Agnese alle ore 15.00 e in S. Ilario alle ore 16.00, c’è la possibilità di accostarsi al sacramento della Confessione, molto meglio se distinta da quella del Natale, con appropriato esame di coscienza. Domenica 15 dicembre, in oratorio, dalle ore 9.00, ragazzi e genitori del catechismo sono invitati al Ritiro spirituale di Avvento, in preparazione al S. Natale, che si concluderà dopo il pranzo comunitario.

Domenica 22 dicembre, alla S. Messa prefestiva e a quelle festive, in tutte e due le nostre chiese verranno benedette le statuine di Gesù Bambino da collocare nel presepe domestico. In chiesa ci sarà un pannello, su cui è raffigurata una serie di quattro poster, che, di domenica in domenica, andranno a comporre l’immagine intera dell’affresco dell’Annunciazione presente nella Basilica di S. Abbondio in Como.

Su ogni poster è riportato l’atteggiamento suggerito dal Vangelo della domenica: non avere paura di vegliare, accogliere, annunciare, ascoltare. Durante la Novena di Natale, particolarmente indicata e raccomandata ai ragazzi, che inizierà lunedì 16 dicembre, alle 16.30 in Sant’Ilario e alle 17.00 in Sant’Agnese, conosceremo più da vicino la figura di alcuni profeti, che concoraggio e speranza hanno annunciato a gran voce la promessa di felicità che Dio fa a ciascuno di noi.

Sono stati scelti nove personaggi biblici: Isaia, Geremia, Ezechiele, Daniele, Gioele, Giona, Zaccaria, Giovanni il Battista e Maria, che con le loro rivelazioni, i loro proclami e le loro parole, senza farsi vincere dalla paura, hanno preparato la strada alla venuta del Salvatore.

La proposta creativa per aiutare i bambini ad accostarsi al momento della preghiera sarà il gadget composto da una serie di nove bocce in cartoncino, sulle quali è raffigurata l’immagine del personaggio del giorno. Ogni giorno verrà distribuita la palla che ogni bambino può portare a casa, da ritagliare e costruire in maniera molto semplice, che servirà per realizzare, con il materiale e lo stile che ognuno riterrà opportuno, un Albero di Natale, da presentare al concorso “Crea il tuo Albero”.

La premiazione avverrà il 6 gennaio 2020 in sant’Ilario, dopo la cerimonia del Bacio a Gesù Bambino. Sappiamo che stiamo aspettando il Natale, ma l’attesa che vediamo agitarsi attorno a noi non ha nulla a che fare con il Natale di Gesù. E’ necessario, perciò, lasciarsi interrogare dalla liturgia: perché aspettiamo Gesù? Cosa farà per ciascuno di noi? Cosa ci porterà che non abbiamo già e che non possiamo avere se non da Lui?

Sono domande forti e importanti, alle quali ognuno deve rispondere nel suo cuore, cercando le risposte con il silenzio e con la preghiera. E’per questo che tutta la nostra comunità è chiamata a vivere questo periodo con momenti di preghiera, di catechesi e di vita comunitaria perché valorizzare l’Avvento significa mettere al centro delle nostre giornate il desiderio di Dio e la gioia del suo perdono. (Fonte Eco del Varesotto)

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127