Luino | 24 Novembre 2019

Maltempo, ponte tra Luino e Germignaga ancora chiuso. Migliora la situazione

Si è placata l'ondata di perturbazione che da giorni stava colpendo l'alto Varesotto. I vigili del fuoco di Luino hanno fatto rientro in sede questa sera alle 20 circa

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Dopo un’altra notte ed una mattinata di pioggia, la situazione lungo il fiume Tresa e il fiume Margorabbia tra Luino e Germignaga. Anche a seguito della chiusura del ponte ieri sera, avvenuta intorno alle 20, il monitoraggio è continuato per tutta la giornata di oggi, ma non ha evidenziato gravi pericoli o criticità. Il picco massimo si è toccato alle ore 11.30 di oggi.

Il livello del Tresa dopo esser salito, fortunatamente senza lambire il ponte sulla SS394, si sta lentamente abbassando (10 centimetri dal primo pomeriggio di oggi); inoltre, gli operatori Enel della diga di Creva hanno registrato che il flusso di acqua dal Tresa, emissario del lago Ceresio, è in calo visto che dalla Svizzera lo scarico d’acqua è stabile e perchè con la conclusione delle precipitazioni non vi sono più apporti d’acqua secondari. Stessa situazione sul lago Maggiore.

Sul posto hanno monitorato le acque per tutta la giornata il vicesindaco di Luino Alessandro Casali, il sindaco di Germignaga Marco Fazio, unitamente a vigili del fuoco, volontari della Protezione civile e tecnici comunali. Diverse le segnalazioni, lungo le strade del luinese, per la presenza di ampie pozzanghere e buche, come avvenuto negli scorsi giorni sul Cucco, quando il maltempo ha causato l’apertura di voragini sull’asfalto e danni alle automobili. Per questo, si raccomandano prudenza e bassa velocità. Oltre quello di Orascio, nel Comune di Maccagno con Pino e Veddasca, segnalato anche un piccolo smottamento anche in una proprietà privata di Tronzano Lago Maggiore.

Nel frattempo, intorno alle 20.30, l’Unità di Crisi Locale attivata alle scuole elementari del comune di Luino è stata disattivata. I vigili del fuoco del locale distaccamento sono rientrati in sede, lo spostamento si era reso necessario al fine di garantire l’operatività in caso di esondazione. Tuttavia resta a disposizione la sala operativa mobile e anche questa notte ci sarà la massima attenzione.

Le forti precipitazioni hanno creato disagi anche in Ticino, dove si è registrato l’innalzamento del livello del lago di Lugano, esondato in alcuni paesi rivieraschi, ma che si sta stabilizzando. Le piogge sono via in diminuzione da oggi pomeriggio, ma in ogni caso il ponte sulla S394 resterà chiuso al traffico almeno fino a domattina, quando verrà fatto un nuovo briefing tra amministrazioni comunali ed Anas.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127