Luino | 10 Novembre 2019

Promozione: Hernandez regala la prima gioia al Basket Verbano, Borsano superato 51-50

Un canestro sul fil di sirena, tra le mura amiche al PalaMenotti, fa conquistare i primi punti ai ragazzi di coach Tina, dopo un inizio di stagione complesso 

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Ci è voluta una partita maschia, di quelle legnose tipiche delle categorie minori, per dare al Verbano il primo successo stagionale. Ci ha pensato Hernandez, con un canestro costruito dal nulla sul fil di sirena, a far alzare le braccia ai luinesi, che per la prima volta in questa tribolato avvio di campionato possono permettersi di respirare.

Doveva essere la partita del riscatto, e così è stato. Il Verbano approccia la gara per la prima volta con il roster al completo, seppur con Viganò ad inizio rodaggio e lo stesso Hernandez ancora non al meglio dopo l’infortunio che lo ha costretto all’operazione in estate. Il primo quarto sembra promettere bene: i bianco blu, un po’ freddi in attacco, limitano i lunghi avversari con una difesa intensa dal primo minuto, tentando il primo strappo al 6’ (9-4 interno), salvo poi fermarsi per l’improvviso problema fisico di Manfrè, costretto ad abbandonare il campo. Dalla panchina subentra quindi l’energia del giovane Fossali (12 punti con un solo errore dal campo), che colpisce subito da tre punti fissando il parziale del primo periodo di gioco sul 13-6.

I bustesi reagiscono, trovando con il play Ferrara, molto incisivo in difesa sui portatori di palla, i punti che riportano il match in equilibrio. Sono ancora Fossali ed Hernandez a trascinare con veemenza il Verbano, recuperando due palloni importanti e spingendo quel contropiede che i luinesi dovrebbero “cavalcare” con più frequenza per imprimere alle partite il ritmo desiderato. La bomba di Valentini vale il massimo vantaggio (+8 al 18’) e il primo tempo si chiude con un margine benaugurante (31-23 al 20’).

Dopo la pausa, gli ospiti rientrano in campo con un’energia diversa, mentre il Verbano riscopre i propri difetti e perde fluidità offensiva. Il lunghissimo Gallo domina a rimbalzo, e dopo pochi minuti Borsano agguanta i padroni di casa e mette addirittura la freccia (36-40 al 27’). Nel momento di difficoltà salgono in cattedra Viganò e Valentini: il lungo al rientro dopo i problemi fisici alza i toni a rimbalzo, mentre il capitano del Verbano si accende mettendo a referto 8 punti consecutivi a cavallo degli ultimi due parziali di gioco che valgono il controsorpasso (46-42 al 33’).

La partita si fa sempre più dura, con gli arbitri che lasciano correre i contatti sotto le plance. Il Verbano trova il +7 con un contropiede di Lorenzo Negri, ma poi si ingolfa nuovamente: è ancora Gallo a segnare due pesantissimi canestri su rimbalzo offensivo, e poi Ferrara in lunetta sigla il +1 che a 14 secondi dalla fine sembra presagire ad un’altra beffa, dopo quella subita con Daverio settimana scorsa.

E invece il finale è dolce: sull’ultima rimessa spunta Hernandez che in una selva di mani trova lo spazio per appoggiare al tabellone il canestro che vale l’ultimo e decisivo sorpasso, per la gioia del PalaMenotti che torna ad assaporare quella vittoria che mancava dalla finale playoff del giugno scorso.

Basket Verbano – Borsano 51-50 (13-6, 31-23, 41-42)

Basket Verbano: Negri D. 2, Valentini 14, Negri L. 4, Melli, Ferlin 2, Fossali 12, Sangiovanni S., Hernandez 10, Manfrè, Vavassori, Sangiovanni A., Viganò 7. Allenatore: Gianluca Tina.

Borsano:  Carnaghi 5, Armiraglio, Musicco 2, Monguzzi 2, Ferrara 14, Gallo 12, Delfi 5, Toccano, Pellegri 10. Allenatore: Luigi Maini.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127