Germignaga | 4 Novembre 2019

Germignaga, l’emergenza climatica secondo i giovani della Comunità Operosa Alto Verbano

Numerosi i ragazzi protagonisti, coinvolti dalla Comunità Operosa Alto Verbano, che hanno parlato dei progetti messi in campo dal territorio in questo periodo

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Grande serata all’insegna della lotta contro i cambiamenti climatici martedì 29 ottobre scorso presso un’ex Colonia Elioterapica gremita da un folto pubblico.

I giovani della Comunità Operosa Alto Verbano impegnati nel laboratorio “Stili di vita sostenibili” hanno interagito con i relatori Giacomo Grassi e Fulvio Fagiani illustrando alcune delle buone pratiche attive sul nostro territorio e dividendosi il compito di illustrarle brevemente una ad una:

M’Illumino di meno, iniziativa simbolica per la promozione del risparmio energetico lanciata nel 2005 dalla trasmissione di RAI 2 Caterpillar;
Terre di Lago, la rete di economia solidale in grado di stringere relazioni tra le realtà di economia solidale già presenti sul territorio;
Bottega del Mondo, punto d’incontro tra produttori e consumatori in cui si possono trovare prodotti realizzati da cooperative del sud del mondo e prodotti realizzati da realtà locali;
Equostop, il progetto di mobilità sostenibile;
–  Associazione Co-Energia che, con la società Dolomiti Energia permette la fornitura di energia elettrica al 100% rinnovabile proveniente dal territorio italiano;
– “Adotta una centrale”, progetto per riattivare la micro centrale idroelettrica di Rancio Valcuvia;
La chiocciola”, iniziativa per il recupero e il riuso di arredi, complementi ed elettrodomestici in buono stato da donare a chi ne ha la necessità;
– “Libri a piede libero” iniziativa della Banca del Tempo, che oggi può contare su centinaia di volumi rimessi in libertà e regalati a lettori interessati.

Naturalmente non poteva mancare il progetto “Green School”, che coinvolge Gli ICS di Luino, Germignaga, di Castelveccana, l’Educandato SS Maria Bambina di Roggiano e, dal 2015, l’intera provincia di Varese.

Al termine della serata è stata data lettura della dichiarazione di emergenza climatica, che sarà consegnata ai sindaci del territorio perché la facciano deliberare dalle rispettive amministrazioni.

“Sono felice che ci siano dei ragazzi che si mettono in gioco – aveva dichiarato il sindaco Marco Fazio introducendo la serata -. Vi auguro che sperimentiate un entusiasmo che non si perda. Importantissima anche la nostra presenza come sindaci, perché dobbiamo rispondere ai cambiamenti e rispondere per il futuro. Tante piccole persone in tanti piccoli luoghi possono fare tante piccole cose che possono cambiare il mondo”.

Ecco ora i nomi degli studenti che hanno organizzato e coordinato l’intera la serata, dando prova di grande competenza nel trattare questa tematica così complessa, nonché spigliatezza nel relazionare al pubblico e nel condurre il dibattito, al quale è intervenuto, a sorpresa, anche il climatologo di fama internazionale Frank Raes:

– Liceo Scientifico V. Sereni: Beatrice Sella, Laura Piatti, Iris Margherita Alberti, Alessia Fusco, Alessandro Sovera, Chiara Ielmini, Federica Cannucciari, Leilani Zbinden, Sara Caldarone, Anna Premoselli.
– Liceo Scientifico Indirizzo Scienze Umane: Giorgia Giovanelli, Erica Piatti, Beatrice Andrea, Gaia Nicita, Ilaria Notari.
– Liceo Scientifico Indirizzo Scienze applicate: Giulio Aloja.
– I.S.I.S. Luino “C. Volontè”: Alessandro Siviglia, Sofia Focarete, Filippo Simonetta.

FOTO emmepi

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127