Luino | 30 Ottobre 2019

Luino, il degrado del bar al Parco a lago arriva in consiglio: “Gestione diversa nelle ore notturne”

La minoranza ha invocato un cambiamento con il capogruppo Compagnoni e il consigliere Nogara. Le foto delle ultime bravate in mano a polizia e carabinieri

Tempo medio di lettura: 2 minuti

L’ex V23 oggi diventato “Lake Voiu”, più comunemente noto come “bar del Parco a Lago di Luino” continua a soffrire di alcune vecchie problematiche nonostante il recente cambio di gestione, che ha accompagnato il locale con vista sul Verbano fuori dalla stagione estiva.

Come raccontato nei giorni scorsi, anche i nuovi gestori si sono trovati alle prese con atti di vandalismo e inciviltà già più volte denunciati in passato, quando allo scoccare del day after di grandi feste con balli e musica dal vivo, o semplicemente dopo le lunghe serate tipiche del weekend, gli addetti si sono trovati di fronte ad uno scenario degradante, tra mozziconi di sigarette abbandonati ovunque, bicchieri e bottiglie vuote, sedie rovesciate ma anche urina e vomito depositati senza il minimo problema in vari angoli.

La rabbia è tanta per chi ha scelto di rilevare il bar – nonostante il periodo autunnale e invernale non goda delle stesse fortune dei mesi caldi – che di sicuro non si aspettava questo genere di “accoglienza”. Gli ultimi deprecabili episodi, risalenti come detto solo ad alcuni giorni fa, hanno raggiunto martedì sera anche i banchi del consiglio comunale luinese, grazie all’interessamento della minoranza.

E’ così che il capogruppo de “L’Altra Luino”, Franco Compagnoni, ha invitato i colleghi a riflettere sulla necessità di superare in modo definitivo il paradosso di un’area così bella ma allo stesso tempo perennemente oggetto di un’attrattività negativa, che ha modo di esistere e proliferare soprattutto nelle ore notturne e ancor più in quelle di chiusura.

Trovare una nuova dinamica di gestione, alternativa e produttiva, è un obiettivo condiviso anche dal consigliere dem Enrica Nogara, che tuttavia ha giudicato fallimentare la gestione del bar dalla sua prima apertura fino ad oggi. “Ricordiamo inoltre che il locale fornisce l’accesso ai servizi igienici per chi frequenta il parco e l’area gioco – ha affermato in aula Nogara – ma che questi non sono accessibili quando il bar è chiuso, a dimostrazione di una mancanza di rispetto, nei confronti di cittadini, turisti e più in generale di tutti gli utenti, da parte dell’amministrazione”.

“Servono sicuramente valutazioni diverse sulla gestione del parco nelle ore notturne – ha affermato infine il sindaco Andrea Pellicini in risposta a Nogara e a Compagnoni – ed è quello che faremo. Ritengo però ingeneroso e scorretto giudicare la gestione di un esercizio pubblico in questo modo”.

Nel frattempo le foto che immortalano gli esiti delle ultime bravate, condivise prima su Facebook e poi riportate anche dal nostro quotidiano, sono finite tra le mani di polizia e carabinieri della città lacustre, i quali hanno già dato il via ad alcuni accertamenti.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127