Luino | 24 Settembre 2019

Luino, da Labor Line nuovi corsi ASA e OSS: formazione e competenze per chi cerca lavoro

L'agenzia di via Confalonieri partirà con le lezioni tra fine settembre e inizio ottobre. I titoli OSS potranno essere spesi anche all'estero. Tutti i dettagli

Tempo medio di lettura: 3 minuti

Con la fine del mese di settembre e l’inizio di ottobre, l’agenzia Labor Line di Luino darà ufficialmente il via ai nuovi corsi di formazione per ASA e OSS, due figure professionali che in ambito socio sanitario – campo nel quale l’ente della città lacustre investe risorse e competenze – continuano ad essere particolarmente richieste, e a rappresentare dunque solide opportunità lavorative per chi si trova in cerca di occupazione.

La sede luinese di Labor Line, situata presso l’Istituto Maria Ausiliatrice (via Confalonieri 4), è soltanto uno dei distaccamenti dell’agenzia presenti in tutta Italia, dalla Lombardia alla Campania, dove l’individuazione delle possibilità di impiego reali – sulla base delle capacità e delle predisposizioni personali, ma anche delle dinamiche dettate dal mercato e dal rapporto tra domanda e offerta – è sinonimo di priorità per ogni referente.

Il focus sul candidato è come detto elemento d’attenzione fin dalle fasi preliminari di ogni proposta formativa, ragione per cui le iscrizioni ai corsi sono precedute e determinate da un colloquio per la verifica dei requisiti (diversi a seconda della tipologia di iniziativa) connessi inoltre alle delibere, relative al tipo di professione, di Regione Lombardia, che riconosce tutte le attività di formazione erogate.

L’Ausiliario Socio Assistenziale (ASA) affianca nelle mansioni quotidiane diverse figure, nel suo campo di riferimento (quello sociale) ma anche in ambito sanitario. I servizi di assistenza vengono svolti, secondo cicli diurni, in strutture residenziali (RSA, appartamenti protetti, servizi per disabili, CSE) o presso il domicilio. L’ausiliario assiste le persone non autosufficienti dal punto di vista igienico, svolgendo attività di supporto e di integrazione che possono risultare fondamentali per le famiglie delle persone bisognose di cure e attenzioni.

Questo primo corso , rivolto come quello per OSS anche a persone già occupate, prevede un monte ore pari a 800, di cui 450 in aula e 350 di tirocinio pratico presso strutture esterne. Le lezioni si svolgeranno dal lunedì al venerdì nella fascia oraria che va dalle 17.15 alle 21.15 (il calendario completo sarà consegnato il primo giorno ai partecipanti). La frequenza è obbligatoria per il 90% di ogni modulo didattico. Al termine del percorso si svolgerà un esame tenuto da una commissione esterna, superando il quale gli iscritti avranno diritto alla certificazione finale delle competenze acquisite.

Di seguito l’elenco dei requisiti di accesso, validi anche per il corso OSS con una piccola differenza alla voce “titoli di studio”: compimento della maggiore età; licenzia media (per i cittadini stranieri, copia del titolo di studio conforme all’originale con traduzione a cura di un incaricato legittimato dalla pretura. Per il corso OSS è richiesto il diploma di scuola superiore o attestato di qualifica professionale di prima formazione); permesso di soggiorno per cittadini non aventi cittadinanza italiana. Per gli stranieri è inoltre previsto il superamento di un test di lingua italiana basato sulle capacità di espressione e di comprensione.

Il secondo corso in partenza ad ottobre, come anticipato, è quello per Operatore Socio Sanitario (OSS), figura riconosciuta a livello nazionale che esercita in strutture sia pubbliche che private (ospedali, residenze socio assistenziali, cliniche, CSE, CDD, CSS, assistenza domiciliare). Lo spazio in cui opera prevede la collaborazione con personale sanitario e sociale in attività di mantenimento, recupero e sviluppo del livello di benessere delle persone, promuovendone l’autonomia e l’autodeterminazione.

La durata del corso è di 1000 ore, di cui 550 in aula e 450 di tirocinio pratico in strutture assistenziali e sanitarie. Le sedute si svolgeranno dalle 8.30 alle 12.30, dal lunedì al sabato. Anche in questo secondo caso sarà fondamentale per gli iscritti ottenere almeno il 90% di frequenza, che corrisponde ad un massimo di 100 ore di assenza. Come per il corso ASA, l’esperienza si concluderà con un esame tenuto da una commissione esterna, necessario al riconoscimento delle competenze con la consegna dell’attestato, valido non solo in Italia ma anche a livello comunitario, ed equipollente per le offerte di impiego in Svizzera.

Sempre per quanto riguarda la posizione di Operatore Socio Sanitario, l’agenzia Labor Line ha recentemente avviato un percorso di riqualifica rivolto a persone già in possesso delle credenziali professionali o di titoli infermieristici conseguiti all’estero. “Una carriera come OSS nel settore della cura e servizi alla persona è sicuramente una buona scelta in considerazione della crescente richiesta di personale in questo ambito – tengono a precisare dall’agenzia -. Le offerte di lavoro sono numerose, sia a livello nazionale che all’estero. Lavorare come Operatore Socio-Sanitario permette di dare il proprio importante contributo al benessere psico-fisico di pazienti che si trovano in situazioni di non autosufficienza e fragilità, e di entrare in contatto con tante persone: i pazienti e la loro rete familiare, ma anche i colleghi. Questo porta con sé una grande varietà di storie, di esperienze e di biografie – concludono i responsabili – che rendono più ricchi a livello personale e umano“.

Per ulteriori informazioni e iscrizioni sono disponibili i seguenti contatti: 0332 1810241342 3806493luino@laborline.it.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127